Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Politici francesi a sostegno di Brigitte Macron dopo gli "insulti" del Brasile

© REUTERS / Philippe WojazerEmmanuel e Brigitte Macron durante l'inaugurazione del presidente francese
Emmanuel e Brigitte Macron durante l'inaugurazione del presidente francese - Sputnik Italia
Seguici su
Il presidente e il ministro dell'Economia brasiliano hanno entrambi deriso l'aspetto e l'età di Brigitte Macron, scatenando un'ondata di critiche sia in Brasile che in Francia.

Diversi politici francesi di alto profilo hanno preso le difese della first lady francese, Brigitte Macron, dopo che questa ha ricevuto commenti denigratori da parte di funzionari in Brasile, tra cui il presidente del paese, Jair Bolsonaro.

Jean-Luc Mélenchon, il leader del partito la France Insoumise e feroce critico di Macron, venerdì su Twitter ha dato il suo sostegno a Brigitte durante una visita in Brasile.

Ha scritto: “Signora, i brasiliani che ho incontrato sono oltraggiati dalla maleducazione dei loro leader nei vostri confronti. Anch'io. Coloro che ti insultano sono gli stessi che imprigionano l’innocente Lula da Silva. Prenda forza dal nostro disgusto per questi bruti".

​Anche Nicolas Florian, sindaco di Bordeaux del partito repubblicano di centrodestra, ha condannato i commenti dicendo che insultare Brigitte Macron equivale a insultare le donne e la Francia.

​Miserabile. Insultare Brigitte Macron significa insultare le donne, insultare la Francia. Indegno.

Valérie Pécresse, ex ministro che ora dirige il consiglio regionale dell'Île-de-France, si è scagliata contro Jair Bolsonaro e il suo ministro dell'Economia, che hanno riacceso la faida con i Macron. "Quando insultano Brigitte Macron, sono tutte le donne francesi a sentirsi offese", ha detto.

​Lo scontro tra Bolsonaro e Macron

La tensione tra i due presidenti era cresciuta dopo le polemiche tra i due riguardo alla gestione degli incendi che in queste settimane stanno devastando l'Amazzonia.

Una situazione per molti paradossale, che aveva portato il Brasile a rifiutare il fondo di circa 20 milioni di dollari stanziato durante il G7 a Biarritz, salvo poi cambiare idea ad alcune condizioni.

Il comportamento e le parole di Bolsonaro sono stati condannati da molti volti noti dell'élite brasiliana.

​"Bolsonaro è spaventato dal clamore internazionale per gli incendi in Amazzonia. Per vendetta ha voluto rispondere con il suo classico sarcasmo di stampo maschilista", ha scritto su Twitter Debora Diniz, professore associato della Facoltà di Diritto dell'Università di Brasilia.

Anche lo scrittore Paulo Coelho nei giorni scorsi ha cercato di buttare acqua sul fuoco, chiedendo scusa a nome del popolo brasiliano per l'imbarazzante comportamento di Bolsonaro.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала