Migranti, sequestrata la nave Mar Jonio

© AP Photo / Alessandro Di MeoAgenti della Guardia di finanza soccorre i migranti al largo delle coste della Libia
Agenti della Guardia di finanza soccorre i migranti al largo delle coste della Libia - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
La nave Mar Jonio, attualmente nella fonda di Lampedusa, è stata posta sotto sequestro dalla guardia di finanza. Gli attivisti della ong protestano sui social.

Si trova sotto sequestro nella fonda di Lampedusa, la nave Mar Jonio della ONG italiana "Mediterannea Saving Humans". Il reato contestato è la violazione del Decreto sicurezza bis. La nave aveva fatto ingresso ieri in acque territoriali con l'autorizzazione formale della Guardia costiera, dopo che l'equipaggio aveva consegnato una richiesta di revoca del divieto di sbarco.

L'equipaggio, con un tweet, ha denunciato l'atto come "l'ultima vendetta di chi non tollera che l'umanità prevalga". Sarebbe anche stata inflitta una multa di 300.000 euro.

​La nave Mar Jonio una settimana fa aveva raccolto dalle acque 98 persone, di cui molti bambini, durante un naufragio in cui erano già morte 6 persone. A causa delle cattive condizioni del meteo e della presenza di molti minori, tra cui neonati, la sera di venerdì erano state trasbordate 64 persone e, due giorni dopo, altre 3 persone bisognose di urgenti cure mediche. 

Arrestato un presunto scafista

Le forze dell'ordine di Ragusa avrebbe arrestato un presunto scafista, arrivato con la nave Eleanore, arrivata ieri a Pozzallo, che avrebbe guidato il gommone con le 101 persone poi salvate dalla nave della ong. Si tratterebbe di un uomo di origine sudanese, di 18 anni. Lo scafista è stato individuato dalla Squadra Mobile di Ragusa in seguito alle testimonianze di numerosi passeggeri della nave. 

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала