Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Dopo l'ultimatum di Di Maio sui social la situazione si capovolge: irritazione e ironia del Pd

© AP Photo / Antonio CalanniIl segretario del Pd Nicola Zingaretti
Il segretario del Pd Nicola Zingaretti - Sputnik Italia
Seguici su
Dall'ironia di Alessia Rotta allo sconcerto di Andrea Orlando, su twitter la pentola si è scoperchiata immediatamente.

L'improvviso e inatteso ultimatum del leader Cinquestelle: Luigi Di Maio, brandito davanti alle telecamere dopo l'incontro col presidente incaricato, Giuseppe Conte (e subito dopo l'intervento dell'altro alleato, Nicola Zingaretti, ben più tiepido) ha letteralmente capovolto la situazione, che soltanto stamattina sembrava poter giungere tranquillamente ad un accordo tra le parti senza particolari spigolosità e rimesso all'aria la faticosa trattativa di questi giorni tra Pd e M5S.

Facendo fibrillare, come di consueto, la comunicazione social. Su Twitter sembra essersi scoperchiata una pentola bollente.

A cominciare da una delle figure più presenti della trattativa, come la piddina Paola De Micheli per la quale quella di Di Maio è una posizione incomprensibile:

​“Inaccettabili” gli ultimatum di Di Maio per Graziano Del Rio, un altro del Pd presente alla trattativa:

​Ci vanno giù pesanti la renziana di ferro, Alessia Rotta che non lesina sull'ironia:

e Marco Miccoli, piddino capitolino:

Insopportabili le definisce Marco Furfaro, già Sel e SI “dopo tanta fatica”:

​Andrea Orlando, candidato al dicastero della Giustizia o al vice-premierato per il Conte bis in itinere (ma che comunque pare già scricchiolare) senza mezzi termini chiede “chiarezza”:

Le minacce di Di Maio sono "irricevibili" per Maria Elena Boschi:

​Ma tra i possibili alleati di Di Maio c'è chi come Nicola Fratoianni di SI, forse capita l'antifona, rivolge la sua attenzione ai 30 profughi della Mediterraneo ancora a largo di Lampedusa chiedendone l'immediato sbarco. Mentre chi, come il leghista Fontana, già ministro della Famiglia, poco fa lamentava su twitter il rischio di adozioni facili per tutti nel prossimo governo Pd-M5S e pure marijuana libera per tutti. Ma il suo tweet sembra già ormai obsoleto.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала