Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Salvini: tutti in piazza a Roma contro governo delle poltrone

© AP Photo / Czarek SokolowskiMatteo Salvini
Matteo Salvini - Sputnik Italia
Seguici su
Con il governo Conte-bis giallo-rosso che sta prendendo forma, il leader della Lega passa all'offensiva e chiama a raccolta militanti e simpatizzanti il 19 ottobre a Roma.

Matteo Salvini è intervenuto su Facebook per commentare direttamente gli ultimi sviluppi della politica italiana, scagliandosi contro il Partito Democratico e preannunciando la mobilitazione contro il governo Pd-M5s.

"Il 21 e 22 settembre avremo gazebo in tutta Italia per chiedere democrazia, rispetto. Sarebbe il quarto governo a guida Pd avendo perso le elezioni".

Duro anche il giudizio su Conte.

"Altro che avvocato del popolo: questo è l'avvocato dei poteri forti".

Allo stesso tempo Salvini è convinto che il governo non avrà vita lunga e in ogni caso si tornerà alle urne.

"Questi durano poco, noi ci stiamo già preparando. Non possono negare il diritto di voto agli italiani. Ho una voglia matta di ricostruire".

Ha poi rilevato la solidarietà delle forze dell'ordine e dei dipendenti del Viminale, che con il nuovo governo sarà costretto a lasciare.

"Ho salutato centinaia di dipendenti del Ministero dell'Interno. Ho visto delle lacrime e ho chiesto di trasformarle in sorrisi ma capisco la rabbia. Mi hanno toccato, mi hanno segnato. Ho avuto messaggi da poliziotti, vigili del fuoco, quelli della penitenziaria. Mi hanno scritto: 'lei sarà comunque sempre il nostro ministro'."

Ha poi ribadito la sua idea sul governo giallo-rosso, che nascerebbe per l'ambizione delle poltrone.

​"Per il PD? prima le poltrone, sempre. Per noi? Prima gli Italiani, sempre. Forza Amici, non potranno scappare dal voto all'infinito." Ha poi fatto riferimento agli attacchi che avrebbe subito in questi giorni: "Questo governo delle poltrone è minoranza non solo in Italia ma anche nel parlamento. Non è ancora nato e già è fondato sull'odio per Salvini".

Infine ha invitato a scendere in piazza nella capitale il prossimo 19 ottobre per l'orgoglio italiano e contro il furto di democrazia.

​"Tutti in piazza nella capitale il 19 ottobre per una giornata di orgoglio italiano, me lo chiedete in migliaia, bisogna farsi sentire contro il furto di democrazia".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала