Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Amministrazione Trump lavorerà su rientro Russia in G7 - Pompeo

© REUTERS / Andrew Harnik/PoolUna sessione di lavoro del G7 di Biarritz
Una sessione di lavoro del G7 di Biarritz - Sputnik Italia
Seguici su
Il gruppo degli otto (G8) è nato nel 1997, ma è diventato G7 nel 2014 dopo che la partecipazione della Russia è stata sospesa in relazione alle vicende di Crimea.

Martedì un reporter ha chiesto a Mike Pompeo se la Russia “dovrebbe essere” invitata di nuovo nel G7 e il segretario di Stato americano ha dichiarato che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump "pensa che sia quello che dovremmo fare", aggiungendo che "ovviamente, lavoreremo per questo fine".

Trump ha suggerito di riammettere la Russia al vertice del G7 in Francia questo mese, riportandolo dunque al nome di G8. Il suo paese ospiterà il prossimo incontro, probabilmente in un resort Trump a Miami.

Secondo i resoconti dei media con sede negli Stati Uniti, Trump si è scontrato con altri leader del G7 durante una cena privata nella serata di apertura del vertice in Francia mentre faceva pressioni per la riammissione della Russia nell'organizzazione. In particolare, la CNN e il Washington Post hanno riferito che il presidente degli Stati Uniti ha ricevuto un notevole opposizione da parte di altri partecipanti durante la cena, aggiungendo che il cancelliere tedesco Angela Merkel e il primo ministro britannico Boris Johnson erano tra i più contrari all'idea.

Durante la conferenza stampa di lunedì, che è seguita al vertice, Trump ha dichiarato che il rientro della Russia nel G7 andrà a beneficio sia dell'economia globale che della sicurezza e ha dichiarato che inviterà il presidente russo Vladimir Putin al prossimo vertice del gruppo nel 2020.

L'esclusione della Russia dal G8

Putin ha affermato in precedenza che Mosca ha ritenuto utile qualsiasi contatto con le nazioni del G7. Ma la Merkel ha legato il rientro della Russia nel gruppo ai progressi nel processo di pace in Ucraina. La Russia è stata espulsa dal gruppo nel 2014 dopo essere stata accusata di aver avuto un ruolo nella guerra nell'Ucraina orientale, che Mosca ha costantemente negato. In quell'occasione, i leader dei Paesi membri del G8 non si sono presentati al vertice che doveva tenersi a Sochi.

Il G7 ha accusato Mosca d'interferire negli affari interni dell'Ucraina e di conseguenza ha imposto sanzioni contro la Russia.

Commentando la possibilità del reintegro della Russia al G7, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato che, sebbene non fosse un obiettivo dichiarato, Putin ha favorito una normalizzazione dei rapporti con tutti i membri del G7.

Recentemente, più membri dell'establishment politico occidentale hanno iniziato a mettere in discussione il criterio con il quale si tende ad antagonizzare la Russia e rifiutare una cooperazione reciprocamente vantaggiosa.

Il G7 è ora composto da Stati Uniti, Germania, Giappone, Regno Unito, Francia, Italia e Canada.

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала