Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a
 - Sputnik Italia
La situazione in Afghanistan
Dopo la presa di potere da parte dei talebani il futuro appare incerto per l'Afghanistan. Le forze militari guidate dagli USA si sono ritirate dal paese dopo 20 anni. Mentre alcune nazioni continuano a evacuare i loro cittadini, il paese dell'Asia centrale vive una crisi politica e umanitaria.

Il dubbio degli americani in Afghanistan: restare o andare via?

© AP Photo / Rahmat GulMilitari in Afghanistan
Militari in Afghanistan - Sputnik Italia
Seguici su
Il comandante delle forze statunitensi e della NATO in Afghanistan, il generale Austin Scott Miller, ha negato le voci su una presunta riduzione del contingente militare e delle operazioni nei paesi.

Ieri i media hanno pubblicato varie notizie sui presunti piani dell'amministrazione americana di ridurre il contingente in Afghanistan a 6mila unità, rimpatriando personale, nonché di limitare le operazioni offensive contro i talebani e smettere di partecipare alla consulenza delle forze dell'ordine afghane.

Il generale Miller ha definito le informazioni sulla riduzione contingente "inaccurate e speculative", sostenendo che le fonti anonime in questione non hanno familiarità con il problema.

La dichiarazione di Putin

In precedenza, il presidente russo Vladimir Putin, rispondendo a una domanda sul ritiro delle truppe statunitensi dall'Afghanistan, ha affermato che la Russia non crede che si tratti d'informazioni reali e che gli Stati Uniti hanno affermato la stessa cosa sulla Siria.

Cosa ne pensano gli afgani?

Sputnik ha intervistato Ramazan Bashardoost, un deputato afgano, Ahmad Roshd Jamalyar, docente alla Balkh University, e Gholam Rabbani Fiyaz, un analista politico afgano.

Ramadan Bashardust, un membro del parlamento afgano, ha affermato che il governo precedente ha dimostrato che l'accordo era solo carta senza alcun valore.

“Per potenze mondiali come gli Stati Uniti, qualsiasi contratto o accordo non ha valore. Quando non sono nei loro interessi, li abbandonano o ne escono; se sono utili a loro, rimangono. Se l'accordo tra Stati Uniti e talebani non è nell'interesse degli Stati Uniti, allora per loro non è altro che un pezzo di carta".

Bashardust ha anche notato che Donald Trump ha annunciato l'invio di unità di polizia al posto del contingente militare.

Gli Stati Uniti in Afghanistan non perseguono l'obiettivo di combattere il terrorismo, ma stanno cercando di raggiungere i propri obiettivi egoistici, ha affermato il deputato.

Il dottor Alberto Cairo - Sputnik Italia
Sono 30 anni che il dottor Alberto aiuta le vittime della guerra in Afghanistan - Video

Ahmad Roshd Jamaljar, professore alla Balkh University, crede che gli Stati Uniti non lasceranno mai l'Afghanistan, dal momento che tutte le dichiarazioni di Donald Trump sono destinate solo al fine della sua campagna elettorale. Per raggiungere i suoi ambiziosi obiettivi nella regione e nel mondo, l'America ha costruito basi militari in Afghanistan, quindi gli Stati Uniti non lasceranno questo paese così facilmente:

“In nessun modo gli Stati Uniti lasceranno l'Afghanistan, poiché perseguono i loro interessi nella regione, e l'Afghanistan è un ottimo posto per farlo. Pertanto, ritengo che il ritiro delle forze armate statunitensi dall'Afghanistan non rappresenti altro che una semplice dichiarazione per la campagna elettorale di Trump ".

Gli Stati Uniti rimarranno in Afghanistan per controllare i loro rivali politici e militari, afferma Jamaliar. Ha continuato: “Alcuni funzionari statunitensi hanno indicato che gli Stati Uniti non intendono lasciare l'Afghanistan. Sono anche sicuro che se verrà firmato un accordo di pace tra Stati Uniti e talebani, le forze armate statunitensi rimarranno comunque in Afghanistan. Trump ha anche ripetutamente affermato che in caso di ritiro delle truppe dall'Afghanistan, il lavoro dei servizi di intelligence americani continuerà comunque”.

“Gli americani intendono costringere i talebani a sedersi al tavolo dei negoziati e concludere un accordo di pace, ottenendo così il controllo su di loro. Nel caso venisse firmata la pace, l'intelligence statunitense continuerà le sue attività in Afghanistan in modo che tutti i gruppi presenti nel paese non mettano in pericolo gli Stati Uniti", ha concluso.

Golam Rabbani Fiyaz, politologo, ha affermato che se un accordo di pace dovesse essere raggiunto tra gli Stati Uniti e i talebani nel prossimo futuro, ciò significherebbe il ritiro di solo una piccola parte delle truppe statunitensi. "Al momento, ci sono informazioni che circa 6.000 soldati americani lasceranno l'Afghanistan", ha osservato l'analista.

Ha anche detto: "Dall’altra parte, l'accordo tra gli Stati Uniti e i talebani includerebbe privilegi speciali per il governo, con l'aiuto del quale gli Stati Uniti prevedono di ottenere il controllo su di esso".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала