Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Amministrazione Usa commenta proposta russa per la sicurezza nel Golfo Persico

© AP Photo / Mahdi MarizadLa nave iraniana Alborz nello Stretto di Hormuz
La nave iraniana Alborz nello Stretto di Hormuz - Sputnik Italia
Seguici su
Gli Stati Uniti ritengono che la loro proposta per creare una coalizione internazionale per pattugliare le acque iraniane sia più concreta e realizzabile, ha dichiarato l'inviato speciale per l'Iran Brian Hook.

La Russia ha presentato ai partner delle Nazioni Unite la sua concezione di sicurezza collettiva nel Golfo Persico. Tra le misure proposte da Mosca per rafforzare la sicurezza in questa regione figurano il rifiuto di dislocare permanentemente gruppi navali militari di Paesi che non fanno del Golfo, la creazione di zone smilitarizzate, l'istituzione di una hotline e lo scambio di informazioni sull'acquisto di armi e la movimentazione delle forze armate. La Russia propone inoltre la creazione di un organo di sicurezza che includa Russia, Stati Uniti, Cina, India, Unione Europea ed altre parti interessate.

"Ne ho sentito parlare solo nei media. Non ho visto che è stata avanzata. Crediamo che la nostra proposta sia più fattibile", ha detto Hook durante una conferenza stampa, rispondendo alla domanda se gli Stati intendono cooperare con la Russia nell'ambito della proposta sulla concezione di Mosca per la sicurezza collettiva nel Golfo Persico.

Secondo Hook, gli Stati Uniti accettano varie idee valide per il contenimento dell'Iran. "Esistono molti modi per farlo. Da maggio abbiamo ampliato la configurazione delle forze in Medio Oriente, in parte per difendere dagli attacchi unilaterali dell'Iran e per garantire la libertà di navigazione", ha aggiunto.

Il peggioramento delle relazioni tra Teheran e Washington

Le tensioni tra gli Stati Uniti e l'Iran sono cresciute dall'8 maggio 2018, quando il presidente Donald Trump ha ritirato unilateralmente il suo Paese dal piano d'azione globale congiunto ed ha imposto diverse serie di sanzioni economiche all'Iran.

Esattamente un anno dopo, Teheran ha annunciato la propria decisione di sospendere parzialmente alcuni obblighi previsti dall'accordo e ha concesso agli altri firmatari dell’accordo - Francia, Germania, Regno Unito, Russia, Cina e UE - 60 giorni per salvare l'accordo agevolando le esportazioni di petrolio e il commercio con l'Iran.

Gli Stati Uniti, a loro volta, hanno inviato navi e una portaerei nel Golfo Persico a maggio in un "messaggio diretto" all'Iran, una mossa che è stata seguita dall'abbattimento di un drone spia americano da parte dei Pasdaran nel mese di giugno. Questi ultimi hanno insistito sul fatto che il velivolo aereo non pilotato è stato abbattuto nello spazio aereo iraniano, mentre il comando centrale degli Stati Uniti ha affermato che il drone è stato distrutto mentre sorvolava acque internazionali.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала