Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La Open Arms rifiuta il porto spagnolo e la Francia si offre di accogliere 40 migranti

© AP Photo / Emilio MorenattiMigranti e rifugiati aiutati dai membri dell'ONG spagnola Proactiva Oper Arms nel mar Mediterraneo nei pressi di Libia (foto d'archivio)
Migranti e rifugiati aiutati dai membri dell'ONG spagnola Proactiva Oper Arms nel mar Mediterraneo nei pressi di Libia (foto d'archivio) - Sputnik Italia
Seguici su
La Open Arms rifiuta il porto spagnolo di Algeciras, giudicato troppo lontano da raggiungere nelle condizioni attuali e la Francia si fa avanti, dicendosi pronta a ricevere 40 migranti.

Nella giornata di oggi la Nave Open Arms ferma davanti a Lampedusa per 17 giorni ha ricevuto la proposta da parte del governo di Madrid di attraccare al porto Algeciras. Tuttavia, Oscar Camps, il presidente della Ong ha espresso un rifiuto netto alla proposta.

“Dopo 26 giorni di missione, 17 in attesa con 134 persone a bordo, un ordine del tribunale a favore e 6 paesi disposti a ospitare, vuoi che navighiamo per 950 miglia, circa 5 giorni in più, verso Algeciras, il porto più lontano del Mediterraneo, con una situazione insostenibile a bordo?”, ha twittato.

Per aiutare a risolvere la situazione ha fatto un passo avanti la Francia: il Paese si è detto pronto ad accogliere 40 migranti che “soddisfino i criteri per ottenere lo status di rifugiato”.

“La Francia si impegna a mantenere il proprio impegno per accogliere 40 persone”, afferma il comunicato del ministero degli Interni francese.

Piccata la reazione del ministro dell'Interno italiano Matteo Salvini, che definisce una "crociera turistica" la navigazione dell'imbarcazione dell'organizzazione non governativa spagnola:

Steffen Seibert - Sputnik Italia
Migranti, Germania: occorre nuova missione nel Mar Mediterraneo
La nave Open Arms è andata in soccorso di 55 migranti la notte tra l'1 e il 2 agosto e in seguito aveva raccolto 68 persone. L'Italia aveva immediatamente negato lo sbarco e il ministro dell'Interno Salvini aveva firmato il divieto di ingresso e transizione in acque territoriali.

Anche altri paesi mediterranei, come Malta e Spagna, avevano negato il porto. In Spagna l'imbarcazione, che era stata sotto sequestro per sei mesi, rischia una multa che va dai 300 mila ai 900 mila euro. In Italia, in base al decreto sicurezza bis firmato di recente, l'ong rischia una multa, il sequestro dell'imbarcazione e l'arresto dell'equipaggio.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала