Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Iperinsulinemia e cancro: qual è il legame?

© Sputnik . Denis Abramov / Vai alla galleria fotograficaProvette con il sangue per analisi di laboratorio
Provette con il sangue per analisi di laboratorio - Sputnik Italia
Seguici su
I ricercatori della University of British Columbia hanno indagato il legame tra un alto livello di insulina nel sangue e la formazione del cancro.

In uno studio, i cui risultati sono stati pubblicati su Cell Metabolism e riportati da MedicalXpress, i ricercatori hanno abbassato il livello di insulina nei topi predisposti allo sviluppo del cancro al pancreas e hanno scoperto che la nuova condizione ha protetto gli animali dalla malattia. Questa scoperta rappresenta un passo importante nel campo della diagnosi e della prevenzione del cancro.

“Il cancro al pancreas più essere difficile da individuare e troppo spesso viene diagnosticato in fase avanzata, risultando così uno dei tipi di cancro più letali”, ha detto il dott. James Johnson, coautore dello studio, professore e membro del gruppo di ricerca sul diabete al Centro di scienze biologiche della University of British Columbia.

“Il tasso di sopravvissuti nel giro di cinque anni è inferiore al 5% e l’incidenza della malattia cresce con l’obesità”, ha spiegato il dott. Johnson.

L’iperinsulinemia, una condizione nella quale il corpo produce più insulina di quella necessaria per controllare il livello dello zucchero nel sangue, è sempre più comune e presente in più di un terzo degli adulti obesi. I principali strumenti per combattere l’iperinsulinemia sono cambiamenti nella dieta e nello stile di vita.

“In realtà sono diversi i tipi di cancro per i quali è stato individuato un legame sull’iperinsulinemia, incluso il cancro al seno, ma il cancro al pancreas ha il legame più forte”, ha detto la dott.ssa Janel Kopp, coautore dello studio, professore associato del dipartimento di scienze cellulari e fisiologiche.

Per lo studio, la dottoranda e autore Anni Zhank ha incrociato un tipo di topi geneticamente incapaci di sviluppare un alto livello di insulina con un tipo di topi predisposti al cancro al pancreas. Successivamente i topi risultati dall’incrocio e un altro gruppo di controllo sono stati nutriti per la durata di un anno secondo una dieta che aumenta il livello di insulina e promuove l’insorgere del cancro al pancreas. Alla fine dello studio i testi sui topi con il livello di insulina leggermente più basso hanno dimostrato che questi animali avevano goduto di una protezione dallo sviluppo del cancro al pancreas.

“Non vediamo ragioni per cui questo non potrebbe essere esteso agli altri tipi di cancro”, ha aggiunto la dott.ssa Kopp. Inoltre, ha spiegato, per i topi sono state utilizzate le stesse mutazioni da cui è affetto il 90% delle persone con cancro al pancreas e quindi “i nostri modelli sui topi sono estremamente rilevanti per le persone”.

Oltre a investigare la relazione tra i livelli di insulina e altri tipi di cancro, gli scienziati vorrebbero scoprire se diminuire l’insulina in eccesso prodotta dal corpo potrebbe influenzare positivamente gli stadi più avanzati del cancro al pancreas.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала