Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L'Iran svela il nuovo radar “Falagh” - Video

Seguici su
L'esercito iraniano ha svelato il suo nuovo radar "Falagh" che può tracciare diverse minacce aeree. Lo rende noto oggi l’agenzia Mehr. Secondo il generale Alireza Sabahi Fard, il sistema è in grado di rilevare missili e droni a una distanza di 400 chilometri.

L'Iran ha presentato ufficialmente il modello modernizzato del radar multiuso “Falagh”. La cerimonia di presentazione si è tenuta questa mattina alla presenza del generale Alireza Sabahi Fard, comandante delle forze di difesa aerea.

Come base del nuovo sistema iraniano è stato preso il radar di sorveglianza di produzione russa “Gamma-DE”, importato dall'Iran alcuni anni fa. Le sanzioni, la mancanza di componenti di ricambio e l’incapacità degli ingegneri stranieri di riparare il sistema hanno reso impossibile l’utilizzo del radar.

A quel punto della questione si sono occupati gli esperti iraniani delle forze di difesa aerea che hanno completamente ricostruito il sistema, dandogli il nome “Falagh”.

Secondo le informazioni diffuse, il sistema radar avanzato è in grado di tracciare diversi missili balistici e da crociera, nonchè aeromobili a pilotaggio remoto.

La nuova installazione sarà integrata nel sistema di difesa aerea del paese. L'esercito iraniano prevede di usarlo insieme al sistema missilistico antiaereo S-300.

“Ancora una volta, i valorosi uomini della difesa aerea sono riusciti a completare un altro sistema che era rimasto fuori servizio per così tanto tempo. Hanno portato a termine un duro lavoro che i produttori di questo sistema non potevano fare ", ha detto il generale Alireza Sabahi Fard durante la cerimonia, sottolineando che il sistema è in grado di rilevare missili e droni a una distanza di 400 chilometri.

Il contratto per la fornitura di sistemi di difesa aerea S-300 all'Iran è stato concluso nel 2007 ma la sua attuazione è stata sospesa nel 2010. Nella primavera del 2015 il presidente russo Vladimir Putin ha revocato il divieto di spedizioni S-300 verso l'Iran e nel novembre di quell'anno il contratto è rientrato in vigore.

Nel marzo 2017 il sistema missilistico antiaereo è stato testato con successo in Iran.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала