Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Carabiniere ucciso, famiglia Lee Elder: “speriamo che emerga la verità”

© AP Photo / Andrew MedichiniL'americano Elder Lee, sospettato di aver ucciso il carabiniere italiano
L'americano Elder Lee, sospettato di aver ucciso il carabiniere italiano - Sputnik Italia
Seguici su
La famiglia ha fatto una dichiarazione attraverso uno dei suoi avvocati a San Francisco.

La famiglia di Finnegan Lee Elder, uno dei due ragazzi americani arrestati con l’accusa di aver ucciso il vicebrigadiere Mario Cerciello Rega avvenuto lo scorso 26 luglio a Roma, ha comunicato, attraverso il loro avvocato, che auspica che “la verità venga fuori e nostro figlio torni presto a casa”.

"Abbiamo l'impressione che l'opinione pubblica abbia avuto un resoconto incompleto della verità degli eventi", ha continuato l'avvocato Craig Peters.

Nel comunicato letto dall’avvocato la famiglia esprime le sue condoglianze per la morte del militare. La famiglia Elder ha assistito alla lettura della nota senza però rilasciare dichiarazioni ai media.

"Continuiamo ad avere questa famiglia nei nostri pensieri e preghiamo per loro in questo difficile momento", ha aggiunto illegale.

Il padre di Finnegan Elder si è recato a Roma dove ha fatto visita al figlio di 19 anni in carcere.

Finnegan Lee Elder secondo gli investigatori ha confessato l’accoltellamento del carabiniere durante una rissa, aggiungendo di non aver capito che l’uomo fosse un militare in borghese. 

I funerali di Mario Cerciello Rega - Sputnik Italia
Quando muore un carabiniere

L’omicidio

I giovani americani girovagavano nella zona di Trastevere cercando della droga, e dopo essere stati ingannati da uno spacciatore con dell'aspirina, hanno deciso di rubare lo zaino al loro “intermediario”, chiedendo in cambio soldi e droga. Il vicebrigadiere 35enne Mario Cerciello Rega, assieme a un collega, si era presentato in borghese all'appuntamento fissato dall’intermediario derubato dai due ragazzi con la speranza di recuperare il suo zaino. Uno dei due, nel momento in cui i carabinieri si sono fatti riconoscere, ha estratto un coltello e ha aggredito il vicebrigadiere.

Il militare è stato portato all'ospedale del Santo Spirito dove, nonostante i soccorsi, è deceduto. A essere fatale è stato un colpo sferrato al cuore.

A.N.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала