Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Movimento No Tav: “Torino-Lione è danno economico e ambientale”

CC0 / hpgruesen / Treno ad alta velocità (TAV)
Treno ad alta velocità (TAV) - Sputnik Italia
Seguici su
È stato il commento dei No Tav sul sito Notav.info sugli episodi di ieri.

Secondo gli attivisti l’affermazione di Conte  secondo la quale non fare la TAV sarebbe più costoso che non farla sarebbe “solo una scusa per mantenere in piedi il governo e le poltrone degli eletti, sacrificando ancora una volta sull’altare degli interessi politici di pochi, il futuro di molti”.

“Noi faremo quello che abbiamo sempre fatto, convinti di essere dalla parte del giusto, e dalla parte di quella maggioranza del Paese che dalla Torino Lione non trarrà nessun vantaggio, ma un danno economico e ambientale, che pagheremo tutti” continuano gli attivisti sul sito.

Ieri i manifestanti del gruppo No Tav hanno violato la zona rossa attorno al cantiere della Torino-Lione predisposta dalla questura di Torino.

La manifestazione in mattinata è stata gestita abbastanza pacificamente, ma vicino alla sera la situazione è degenerata con sassaiole e bombe carta contro la polizia. Gli scontri sono avvenuti nei boschi attorno al cantiere con i manifestanti che cercavano di raggiungere la cancellata rinforzata del cantiere dell’Alta Velocità Torino-Lione.

Matteo Salvini, Giuseppe Conte e Luigi Di Maio - Sputnik Italia
TAV: Di Maio "Vi spiego la verità", ma Salvini canta vittoria

La polizia ha risposto col lancio di lacrimogeni e successivamente ha proceduto agli arresti e alle denunce. Per ora sono 40 i denunciati tra coloro che hanno partecipato alla demolizione del cancello di accesso alla zona rossa del cantiere in Val di Susa.

Il si alla TAV del governo giallo-verde

Nella sera del 26 luglio il ministero dei Trasporti ha inviato una lettera a Bruxelles dando il sì definitivo alla TAV.

La lettera è stata inviata in risposta alle sollecitazioni fatte a Roma e a Parigi dall'Inea, l'Agenzia per l'innovazione e le reti infrastrutturali della Commissione europea. Quest’ultima infatti aveva chiesto a Italia e Francia di pronunciarsi entro il 26 luglio sulla linea alta velocità Torino-Lione. La lettera è stata inviata anche alla Francia per cortesia.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала