Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Iran afferma che una missione navale europea nel Golfo sarebbe "provocatoria"

© REUTERS / Iran, ISNA/WANA La Stena Impero
La Stena Impero - Sputnik Italia
Seguici su
Domenica scorsa l'Iran ha definito "provocatoria" la proposta britannica per una missione navale a guida europea per scortare le petroliere nela Golfo, tra le crescenti tensioni sul sequestro delle navi.

"Abbiamo sentito che intendono inviare una flotta europea nel Golfo Persico che porterebbe naturalmente un messaggio ostile, è provocatorio e aumenterebbe le tensioni", ha detto il portavoce del governo Ali Rabiei, citato dall'agenzia di stampa ISNA.

La Gran Bretagna ha dichiarato lunedì che stava pianificando una forza militare a guida europea per scortare le petroliere attraverso la rotta di navigazione petrolifera più trafficata del mondo in risposta al sequestro da parte iraniana di una nave battente bandiera britannica il 19 luglio.

Le tensioni tra Iran e Regno Unito

Il sequestro della Stena Impero è avvenuto due settimane dopo che le autorità britanniche hanno sequestrato la petroliera iraniana, Grace 1, al largo del suo territorio oltremare di Gibilterra con l'accusa di aver violato le sanzioni dell'UE contro la Siria.

Nei suoi commenti di domenica, il portavoce del governo ha affermato che l'Iran ritiene che la sicurezza del Golfo ricco di petrolio debba essere mantenuta dai paesi della regione.

"Siamo il più grande agente di sicurezza marittima nel Golfo Persico", ha affermato Rabiei.

La Gran Bretagna giovedì ha ordinato alla sua flotta di scortare le navi battenti bandiera britannica attraverso lo stretto di Hormuz, dove la Stena Impero è stata sequestrata dal Corpo di guardia rivoluzionario islamico dell'Iran.

La proposta americana agli alleati europei

A seguito degli incidenti che hanno coinvolto navi commerciali vicino allo Stretto di Hormuz, Washington ha invitato i suoi alleati a prendere parte a una missione nella regione per proteggere la libertà di navigazione.

Il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas ha insistito sul fatto che la strategia americana di "massima pressione" contro l'Iran è uno scenario inaccettabile per il coinvolgimento di Berlino nella regione, e che sarebbe più d’accordo con una missione “dal volto europeo” proposta dal Regno Unito.

La Francia ha dichiarato giovedì di non essere disposta a inviare risorse militari supplementari nel Golfo, ma che condividerà le informazioni e coordinerà le risorse attualmente dispiegate.

L'esercito americano ha affermato che sta già monitorando lo stretto e che sta sviluppando uno "sforzo marittimo multinazionale" soprannominato Operazione Sentinel per aumentare la sorveglianza e la sicurezza nelle principali vie navigabili del Medio Oriente.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала