Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

"È tutta colpa di Obama" - Trump non incolpa Ankara per l'acquisto degli S-400

© AFP 2021 / Mandel NganDonald Trump, presidente degl Stati Uniti
Donald Trump, presidente degl Stati Uniti - Sputnik Italia
Seguici su
Trump sostiene che la decisione di Ankara di acquistare gli S-400 sia dovuta a un errore dell’amministrazione Obama.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha dichiarato di non incolpare Ankara per l'acquisto di sistemi missilistici antiaerei russi S-400. Secondo lui, questo accordo è stato il risultato dell'amministrazione di Barack Obama, che è stata una "vera catastrofe", riferisce Hürriyet Daily News.

Donald Trump non ha incolpato la Turchia per l'acquisto dei sistemi missilistici antiaerei russi S-400.

La dichiarazione del presidente americano ha dimostrato ancora una volta la sua riluttanza a imporre sanzioni contro Ankara a causa di questo accordo, scrive Hürriyet Daily News.

“Non biasimo la Turchia, perché ci sono molte circostanze e molti problemi che sono comparsi durante l'amministrazione Obama. Questo si riferisce ai giorni dell'amministrazione Obama, che è stata un vero disastro", ha detto il capo della Casa Bianca.

S-400 - Sputnik Italia
Esperto turco: gli S-400 aiuteranno la Turchia a evitare "l'occupazione della NATO"

Come spiegato dalla pubblicazione, Trump attribuisce la responsabilità dell'attuale disputa tra Washington e Ankara al suo predecessore. Dopotutto, il governo di Barack Obama ha rifiutato di firmare con la Turchia un accordo sulla fornitura di sistemi missilistici Patriot.

Le possibili sanzioni alla Turchia

Nel frattempo, pochi giorni fa, il presidente americano aveva annunciato che la Turchia sarebbe stata esclusa dal programma F-35. La partecipazione del paese al programma sarà completata nel marzo 2020.

Trump continua anche a valutare se far applicare la legge, che prevede l'introduzione di sanzioni contro le società che intrattengono rapporti commerciali con società militari-industriali russe. Secondo alcuni rapporti, in una recente riunione a porte chiuse con senatori repubblicani, il presidente ha ammesso di non voler punire la Turchia, secondo Hürriyet Daily News.

A.N.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала