Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Incontro su migranti a Parigi, Italia blocca documento proposto da Francia

© Sputnik . Irina Kalashnikova / Vai alla galleria fotograficaAngela Merkel ed Emmanuel Macron durante l'incontro dei leader Ue e Cina a Parigi.
Angela Merkel ed Emmanuel Macron durante l'incontro dei leader Ue e Cina a Parigi. - Sputnik Italia
Seguici su
All’appendice dell’accordo svoltosi ieri ad Helsinki sulle migrazioni nel Mediterraneo i tecnici del Viminale hanno bloccato l'iniziativa della Francia che lavorava ad un documento comune.

I tecnici del Viminale giunti per rappresentare l'Italia in assenza del ministro dell'Interno Salvini all'incontro informale convocato dal presidente francese Emmanuel Macron sulle migrazioni nel Mediterraneo e la Libia, hanno votato contro una proposta della Francia per un documento comune.

I ministri dell'interno riuniti a Parigi stanno discutendo la possibilità d'istituire un meccanismo volontario per trasferire rapidamente i richiedenti asilo sbarcati nei porti italiani e maltesi, secondo la bozza del documento ottenuta dall'agenzia Bloomberg. 

Inoltre hanno promosso un’assistenza finanziaria e tecnica per facilitare il rapido rimpatrio dei migranti che non hanno diritto alla protezione dell'asilo.

Ma la proposta non è riuscita a soddisfare Salvini, che chiede una distribuzione più equa dei migranti in arrivo. L'Italia e Malta sostengono che il diritto internazionale, secondo cui i salvati in mare dovrebbero essere portati al più vicino porto sicuro, è destinato a far fronte a naufragi e ad altre emergenze, e non alla migrazione di massa. 

La Valletta e Roma sostengono che la maggior parte dei migranti in arrivo non ha diritto alla protezione dall'asilo, quindi non sarebbe eleggibile per il trasferimento interno nell'ambito del piano proposto da alcuni paesi dell'UE.

Dunque il ministero ribadisce la richiesta di "meccanismi di distribuzione temporanea di tutti gli immigrati irregolari e rotazione dei porti sicuri di sbarco delle persone rintracciate in mare, in modo che l'accoglienza non pesi solo su Italia e Malta che rischiano così di diventare l'hot spot d'Europa".

L’incontro di Helsinki

La riunione di Helsinki si è chiusa con una contrapposizione tra il blocco franco-tedesco e quello italo-maltese. Infatti Salvini insieme a La Valletta aveva portato a Helsinki una bozza di riforma per rendere obbligatoria una ripartizione dei migranti in tutti e 28 i paesi dell’Unione Europea, non considerando più Malta e Italia come porti sicuri e vicini di sbarco.

Il "muro antimigranti" della Francia a Ventimiglia

Secondo un'inchiesta portata avanti da Il Giornale la Francia dal 2015 avrebbe eretto un muro contro i migranti grazie a delle presunte falsificazioni dei verbali, che avrebbero permesso alle autorità di Parigi di rispedire indietro decine di migliaia clandestini in Italia.

A.N.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала