Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Venezuela, gli USA insistono sulle dimissioni di Maduro

© Sputnik . Stringer / Vai alla galleria fotograficaNicolas Maduro all'azione di sostegno, Caracas, Venezuela
Nicolas Maduro all'azione di sostegno, Caracas, Venezuela - Sputnik Italia
Seguici su
Il futuro del Venezuela deve includere la partenza del presidente Nicolas Maduro. Lo ha detto oggi a Sputnik un portavoce del Dipartimento di Stato americano, in riferimento all'avvio dei negoziati tra il governo e l'opposizione venezuelani.

"Qualsiasi discussione su una transizione deve includere la partenza di Maduro come precondizione per le elezioni ... L'unica cosa che impedisce di andare avanti con un governo di transizione, la sospensione delle sanzioni e la preparazione per le elezioni è il rifiuto di Maduro di dimettersi per permettere l'acquisizione del governo di transizione. L'unico ostacolo a una risoluzione soddisfacente per tutti gli altri è Maduro ", ha detto il portavoce.

Egli ha aggiunto che gli Stati Uniti credono che Maduro abbia dimostrato di non volere o non essere in grado di rispettare i processi democratici a causa della sua "crescente repressione delle istituzioni democratiche".

Gli Stati Uniti non sostengono le azioni del governo Maduro, che presumibilmente lasceranno al potere funzionari corrotti e non democratici o che comprino del tempo per il governo di Maduro per consolidare la sua presa sul Venezuela, afferma il portavoce.

La crisi politica in Venezuela

La crisi politica in Venezuela è cominciata il 21 gennaio, quando sono iniziate proteste di massa in Venezuela contro l'attuale presidente del paese, Nicolas Maduro. Il 23 gennaio, il capo dell'Assemblea nazionale di opposizione, Juan Guaidó, si è proclamato l'attuale presidente del Venezuela, ed è stato immediatamente riconosciuto dagli Stati Uniti e da un certo numero di paesi dell'America Latina.

L'opposizione del Venezuela il 30 aprile ha tentato un colpo di stato. Juan Guaidó e i suoi sostenitori si sono radunati a Caracas davanti alla base militare di Carlota. In precedenza, Guaidó ha invitato il popolo del Venezuela e l'esercito a scendere in piazza per completare l'Operazione Freedom e rovesciare il presidente legittimo, Nicolás Maduro. Il Capo dello Stato e il ministro della Difesa hanno dichiarato la lealtà delle forze armate alle autorità legittime. Le autorità hanno successivamente annunciato il fallimento del tentativo di colpo di stato e Maduro ha ordinato d'iniziare a indagare sugli eventi del 30 aprile.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала