Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Nato: difesa anti-missile in Europa non è diretta contro la Russia

Seguici su
I sistemi di difesa missilistica in Europa non sono diretti contro la Federazione Russa, ha affermato il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg dopo una riunione del Consiglio Russia-Nato, in cui sono state discusse le problematiche del Trattato INF.

Alla fine di giugno i Paesi della NATO hanno concordato un pacchetto di misure politiche e militari in caso di cessazione del trattato INF, che potrebbe includere esercitazioni, azioni nel campo dell'intelligence, della difesa missilistica e delle armi convenzionali.

"Riguardo alla difesa missilistica, non è diretta contro la Federazione Russa, non è in grado di abbattere i missili intercontinentali russi", ha detto Stoltenberg, rispondendo a una domanda dei giornalisti se i Paesi della NATO potessero considerare lo sviluppo della difesa missilistica a seguito della cessazione del trattato. Allo stesso tempo ha menzionato solo i missili intercontinentali.

Secondo Stoltenberg, "questo sistema è diretto contro le minacce al di fuori della regione euro-atlantica, e continua ad essere così."

A giugno il comandante supremo delle forze alleate della NATO Tod Wolters aveva annunciato che le forze statunitensi e della NATO intendono aumentare l'efficacia dei sistemi di allarme e la velocità di risposta ai potenziali attacchi in caso di cessazione del trattato INF. Secondo il generale americano, occorre "trovare il modo di avere una risposta più reattiva e veloce del potenziale nemico".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала