Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La valuta georgiana è scesa ai minimi storici

© Sputnik . Alexandr Imedashvili / Vai alla galleria fotograficaBandiera della Georgia
Bandiera della Georgia - Sputnik Italia
Seguici su
Il tasso di cambio ufficiale della moneta nazionale georgiana è sceso ai minimi storici sullo sfondo di un embargo turistico imposto dalla Russia.

La Banca nazionale di Georgia ha fissato il tasso di cambio ufficiale a 2.833 GEL per dollaro domani, il 1,4% in più del valore attuale (2,7945 GEL). L'indicatore è in crescita da diversi giorni di seguito. Nelle banche commerciali e nei punti di cambio, un dollaro può essere acquistato per soli 2,84-2,87 lari.

I dipendenti degli scambiatori di valuta hanno attribuito il calo del valore del lari alla decisione della Russia di vietare i voli in Georgia. Allo stesso tempo, il ministro dell'Economia Natia Turnava ha escluso tale opzione, affermando che si tratta di una fluttuazione a breve termine del corso e che questa nuova sfida non potrà influenzarla a lungo termine.

Il presidente russo Vladimir Putin il 21 giugno ha firmato un decreto che vieta alle compagnie aeree russe di volare in Georgia dall'8 luglio. Inoltre, i tour operator sono stati invitati a non vendere viaggi nel paese caucasico, e il governo è stato incaricato di garantire il rimpatrio dei cittadini russi.

Secondo l'Associazione dei Tour Operator della Russia, in Georgia ora ci sono da cinque a settemila turisti russi arrivati con viaggi organizzati e due o tre volte di più questo numero di turisti indipendenti. L'associazione di alberghi e ristoranti della Georgia, stimano le perdite dell'embargo turistico a circa $ 750 milioni.

A Tbilisi il 20 giugno sono iniziate delle proteste di massa: i manifestanti si sono opposti alla partecipazione dei delegati russi alla sessione dell'Assemblea interparlamentare dell'ortodossia.

Le proteste hanno provocato rivolte anti-russe e anti-governative, che ha portato a scontri con la polizia. 240 persone sono rimaste ferite, più di 300 sono state arrestate.

Il presidente georgiano Salome Zurabishvili ha accusato la Russia di aver organizzato le proteste e l'ha definita "un nemico e un occupante". Il primo ministro russo Dmitry Medvedev ha considerato questa affermazione poco professionale. Secondo lui, la situazione in Georgia è il risultato delle lotte dell'opposizione con le forze filo governative.

Un portavoce del capo dello stato russo, Dmitrij Peskov, ha definito le restrizioni imposte necessarie. Ma la Russia penserà all'abolizione di queste misure se la situazione in Georgia tornerà al "canale non-russofobico", ha aggiunto.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала