Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Trovato sarcofago dell’antica Roma sotto fondamenta di edificio

© Sputnik . Екатерина Чеснокова / Vai alla galleria fotograficaSarcofago in Libano
Sarcofago in Libano - Sputnik Italia
Seguici su
Degli archeologi hanno trovato un antico sarcofago di piombo romano del II-III secolo d.C. a Granada, secondo El Pais. La scoperta è stata inaspettata, in quanto i ricercatori stavano conducendo scavi nel quartiere medievale. Probabilmente, il sarcofago apparteneva a un uomo ricco, poiché a quel tempo erano rari e costosi.

Nel 500 a.C. nella zona di Granada c’era  l'insediamento fenicio d'Iliberra. I Romani conquistarono la parte meridionale della penisola iberica durante la Seconda Guerra Punica (218-201 anni aC) e poi divisero i territori conquistati in province: Hispania Citerior con la sua capitale a Tarraco (ora Tarragona) e Hispania Ulterior con la sua capitale a Cordoba. Quest'ultima includeva l'antico insediamento fenicio. Nel VII secolo, la città cadde sotto l'autorità dei Visigoti, e nel 711 gli arabi la conquistarono. All'inizio dell'undicesimo secolo, Ilbier, come lo chiamavano gli arabi, divenne la capitale della dinastia dei berberi ziridi. Più tardi, il potere in città cambiato altre due volte, ma ogni volta è rimasta la capitale. Nel XIV secolo, durante il regno della dinastia dei Nasridi, fu costruito un magazzino per i mercanti genovesi in città. I cristiani che conquistarono la città nel 1492 trasformarono il magazzino in una prigione, e tale è rimasto per oltre quattro secoli. Alla fine, nel 1938, l'edificio fu demolito e al suo posto fu costruito un edificio moderno.

Recentemente, gli archeologi hanno iniziato a condurre scavi di sicurezza nell'edificio. I ricercatori si aspettavano di trovare tracce di cristiani o arabi che vivevano qui e hanno trovato alcuni artefatti minori. Ma il reperto principale è risultato l'antico sarcofago di piombo romano del II-III secolo d.C. La scoperta è stata del tutto inaspettata, poiché l'insediamento romano era situato su una collina vicina, dove ora si trova la fortezza araba di Alhambra. Il sarcofago pesa tra i 300 e i 350 chilogrammi; è lungo 1,97 metri e alto 40 centimetri. Secondo il capo degli scavi, Angel Rodriguez (Ángel Rodríguez), il manufatto probabilmente apparteneva a una persona benestante. In quel periodo storico, i sarcofagi sono rari e costosi. Inoltre, venivano realizzati solo nella capitale provinciale, Cordoba, che si trova a 200 chilometri da Granada.

Ora il sarcofago si trova nel Museo Archeologico di Granada e tra poche settimane i ricercatori lo apriranno. Nonostante appartenga a una persona ricca, non è necessario che ci siano dei gioielli. Tuttavia, gli archeologi si aspettano di trovare degli oggetti personali e dei vestiti che possano dire di più su come sia stata effettuata la sepoltura.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала