Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Bracconieri scovati con l’aiuto di un orso di peluche

© Depositphotos / LuaAr Una mamma orsa con i suoi orsetti nella taiga
Una mamma orsa con i suoi orsetti nella taiga - Sputnik Italia
Seguici su
Gli ispettori di un riserva naturale nella regione di Khabarovsk hanno arrestato un gruppo di bracconieri grazie a un orso di peluche e a una ricetrasmittente. Lo comunica il servizio stampa della Direzione unita delle riserve naturali e dei parchi nazionali della regone.

Gli ispettori della riserva di Bol’šekhekhtsirskij, nella regione di Khabarovsk, nell’Estremo Oriente russo, erano da tempo alla ricerca di questo gruppo di bracconieri, quando l’8 giugno sono venuti a conoscenza di una battuta di caccia illegale. Hanno quindi posizionato in un punto del presunto percorso un orso di peluche con una ricetrasmittente accesa legata al collo e un mazzolino di fiori di campo nelle zampe.

I bracconieri si sono quindi imbattuti nell’ostacolo e per identificare di cosa si trattasse hanno acceso i fari della macchina precedentemente spenti. Quando l’autista è sceso per esaminare da vicino l’ostacolo dalla ricetrasmittente è risuonato l’ordine di arrendersi.

Subito dopo sono risuonate le parole “congratulazioni, siete stati arrestati dall’ispezione statale della riserva” e gli ispettori hanno circondato i cacciatori.

Durante la stesura del protocollo gli stessi bracconieri hanno riso delle circostanze del proprio arresto e hanno chiesto agli ispettori di non verbalizzarne i dettagli.

L’ispettore statale Biktor Bljudenov ha detto che il nuovo metodo si è rivelato efficace e che lo useranno anche in futuro, accompagnandolo a quelli tradizionali.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала