Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Testato in Germania un motore che sfida le leggi della fisica

CC0 / Pixabay / Via Lattea
Via Lattea - Sputnik Italia
Seguici su
Il concetto di un motore spaziale a microonde che viola la legge di conservazione della quantità di moto è stato caldeggiato dagli scienziati di tutto il mondo per quasi 20 anni. Da un lato, la scienza moderna dice che non funzionerebbe; d'altra parte, in ogni nuovo test i prototipi di EmDrive mostrano una reale anche se scarsa efficienza.

Secondo Wired, il team dell'Università Tecnica di Dresda dovrebbe pubblicare i risultati del suo esperimento, durato circa un anno, nell'agosto 2019. Per verificare la presenza della minima spinta, EmDrive utilizzerà scale di torsione ultra precise. Molto lavoro è già stato fatto per eliminare l'effetto di tutte le possibili interferenze nella configurazione del test. Un interferometro laser verrà utilizzato per stabilire le deviazioni microscopiche del prototipo causate dalla forza derivante dal suo funzionamento.

La prima descrizione di EmDrive è stata pubblicata dal suo inventore, Roger Schoer, nel 2001 e, secondo le sue dichiarazioni, questa tecnologia in futuro consentirà alle persone di viaggiare su altri pianeti nel giro di poche settimane. Da allora, sono stati fatti diversi tentativi per testare il funzionamento di questo motore e per spiegare gli sforzi anomali che si verificano durante i test, che possono essere interpretati come trazione da installazione.

Popular Mechanics ha già scritto su come EmDrive è testato e funziona: per dirla in parole semplici, il motore è costituito da un magnetron (come in un forno a microonde) e un risonatore (presa di rame chiusa), all'interno del quale le onde elettromagnetiche si muovono a diverse velocità e in diverse direzioni generando la spinta. Tuttavia, dal punto di vista della fisica, questa costruzione viola la legge di conservazione della quantità di moto. Ciononostante, il team su tecnologie motoristiche non standard registrò una spinta di diverse dozzine di micronewton nel prototipo EmDrive, e l'agenzia spaziale cinese dichiarò di averlo controllato nello spazio e che funzionava.

EmDrive è ancora in fase di test. Inoltre, in una serie di esperimenti è stata rilevata una leggera spinta sull'orlo dell'errore di misurazione o leggermente di più. Nella maggior parte dei casi, questi sforzi possono essere spiegati riscaldando l'installazione stessa, l'ambiente circostante o l'influenza del campo magnetico terrestre. Il team di Dresda organizza lo studio in modo da garantire che questi fattori siano eliminati.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала