Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

In futuro gli astronauti russi potrebbero essere dotati di jet pack

© Foto : Roskosmos/Oleg ArtemievAstronauta russo nello spazio aperto
Astronauta russo nello spazio aperto - Sputnik Italia
Seguici su
Se ne era parlato già 15 anni fa, ma il progetto era stato interrotto per via dello scarso traffico verso la Stazione Spaziale Internazionale. Degli scafandri del futuro ha parlato Sergej Pozdnjakov, CEO della Zvezda.

L’azienda russa NPP Zvezda, attiva nella produzione di sistemi e prodotti per la sicurezza dei voli in alta quota e delle missioni spaziali, è pronta a integrare nei nuovi scafandri modulari un nuovo sistema di salvataggio per gli astronauti sotto forma di jet pack, ossia un dispositivo di propulsione che permette di spostarsi nello spazio.

“Abbiamo proposto di fare un nuovo scafandro concettualmente diverso, in particolare siamo disposti a considerare dei miglioramenti e inserire un sistema di salvataggio interno”, ha dichiarato il CEO di Zvezda Sergej Pozdnjakov.

Alexey Leonov - Sputnik Italia
Alexey Leonov, il primo uomo ad uscire nello spazio aperto compie 85 anni

Pozdnjakov ha spiegato che degli studi di questo tipo erano già stati avviati 15 anni fa ma erano stati interrotti per via della riduzione del traffico verso la Stazione Spaziale Internazionale. Il dispositivo progettato allora può essere utilizzato anche oggi, ma in futuro si ha in programma di ridurne le dimensioni e integrarlo nello scafandro. “Se faremo un nuovo scafandro, probabilmente lo faremo con sistema (di salvataggio, ndr) integrato”, ha detto Pozdnjakov.

Il dispositivo non sarà progettato per volare da una parte all’altra della stazione, ma potrà aiutare gli astronauti “a orientarsi e salvarsi in caso di separazione dalla stazione”. Il sistema dovrà essere dotato di 16 motori che garantiranno la stabilizzazione automatica e manuale e gli spostamenti in tutte le direzioni.

A giugno 1973 gli astronauti americani Pete Conrad e Joseph Kerwin sono usciti nello spazio aperto per riparare le batterie solari sulla stazione Skylab. Secondo quanto pubblicato sul sito della NASA, una delle batterie, aprendosi, ha spinto gli astronauti, che non sono volati via solo grazie alle funi di sicurezza. Ora gli scafandri americani hanno un sistema di salvataggio integrato denominato SAFER.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала