Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Consegne di cibo a domicilio: un altro scoglio dell’emergenza plastica in Cina

© Fotolia / LabokoPiattini e posate in plastica
Piattini e posate in plastica - Sputnik Italia
Seguici su
La consegna a domicilio del cibo è certamente comoda, ma avete mai pensato a quanti rifiuti producono ogni giorno le confezioni e le posate in plastica? Ecco cosa ne pensano dell'emergenza plastica un esperto e dei comuni cittadini cinesi.

Più di 10 anni fa in Cina è stata approvata l’ordinanza della Cancelleria del Consiglio di Stato della Repubblica Popolare Cinese “Sulla limitazione di produzione, vendita e utilizzo della plastica”. Secondo il prof. Chen Guoqiang, docente dell’Istituto delle scienze sulla vita dell’Università Tsinghua (Pechino), l’utilizzo della plastica in Cina negli ultimi tempi non ha fatto che aumentare e la colpa principale sarebbe la popolarizzazione dei servizi di consegna a domicilio dai ristoranti.

“Prima che entrassero in vigore le limitazioni, le consegne a domicilio non esistevano. Ora con lo sviluppo di questo nuovo servizio, la quantità di plastica è cresciuta bruscamente”, ha raccontato a Sputnik il prof. Chen.

Raccolta alghe - Sputnik Italia
Dal Messico sbalorditive scarpe fatte con alghe e plastica riciclata

Anche se in Cina sono apparsi produttori di plastica biodegradabile, la sua produzione di massa per ora non è possibile per una serie di motivi.

“Il costo della produzione di questa plastica è più alto di quello della plastica derivante dal petrolio. Il vantaggio è che non danneggia l’ambiente. In Cina non c’è un divieto sulla produzione della plastica non degradabile o sull’utilizzo di massa della plastica derivante dal petrolio. La plastica biodegradabile al momento attuale non può concorrere con quella normale”, ha detto il professore.

Rifiuti di plastica - Sputnik Italia
Scienziati: i rifiuti di plastica ogni minuto uccidono due abitanti di paesi in via di sviluppo

Inoltre, perché la plastica biodegradabile diventi popolare, serve un forte sostegno a livello statale e una relativa politica. Oggi tale politica è presente solo sull’isola di Hainan, nella zona meridionale del paese, dove a inizio 2020 entrerà in vigore il divieto sulla produzione, la vendita e l’utilizzo di sacchetti e stoviglie in plastica non biodegradabile.

Ci sono alcune aziende che utilizzano le confezioni in carta anziché in plastica, ma secondo il prof. Chen neanche il passaggio dalla plastica alla carta ci può salvare.

“Produrre la carta richiede più consumo di acqua dolce, 200 volte di più che produrre la plastica. Quindi è solo un’impressione che i prodotti in carta non provochino danni all’ambiente perché si decompongono facilmente. Ma data la grande quantità di acqua consumata per produrre la carta, neanche questo materiale può essere definito ecologico. La soluzione al problema può essere il passaggio alla plastica biodegradabile in futuro”, ha concluso il prof. Chen.

Sputnik ha chiesto agli abitanti di Pechino se nelle loro vite ci sia molta plastica.

Plastic bottle - Sputnik Italia
Scienziati: plastica biodegradabile non risolve il problema dell'inquinamento

Il signor Peng ha detto che “ora i servizi di consegna a domicilio, le sale da tè, le caffetterie continuano ad usare attivamente le confezioni in plastica. Molte imprese alimentari, per sembrare più serie, avvolgono il cibo in una confezione in più. Il risultato è che non solo aumentano le proprie spese e quelle del cliente, ma contribuiscono anche all’inquinamento dell’ambiente”.

Anche la signora Cai ha condiviso con Sputnik le proprie osservazioni:

“Credo che oltre a Pizza Hut, KFC,McDonald’s, che utilizzano confezioni in cartone, tutti gli altri utilizzino in gran parte le stoviglie in plastica. In particolar modo i servizi di consegna a domicilio: lì quasi tutte le stoviglie sono in plastica. Durante il trasporto è facile rovesciare i cibi e in tal caso le confezioni in cartone possono rovinarsi.”

Anche se il problema della plastica resta irrisolto, sono sempre più i bar che mano a mano decidono di rinunciare alle cannucce e ai coperchi per i bicchieri monouso in plastica. Inoltre a Pechino periodicamente si tengono manifestazioni contro l’utilizzo quotidiano della plastica.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала