Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Pompeo annuncia disponibilità ad avviare dialogo con Iran senza condizioni

© AP Photo / Andrew HarnikIl segretario di Stato USA Mike Pompeo
Il segretario di Stato USA Mike Pompeo - Sputnik Italia
Seguici su
Il segretario di Stato USA ritiene che i problemi con l’Iran sussistono a causa del regime al governo e non a causa delle sanzioni imposte da Washington.

Il Segretario di Stato americano Michael Pompeo ha affermato che Washington è pronta ad avviare un dialogo con Teheran senza alcuna condizione preliminare. Ha fatto la dichiarazione corrispondente domenica durante una conferenza stampa congiunta con il ministro degli esteri svizzero Ignazio Cassis, riferisce Reuters.

Pompeo ha anche notato che i problemi nelle relazioni con la Repubblica islamica esistono a causa del regime al potere, e non a causa delle sanzioni anti-iraniane imposte dagli Stati Uniti. Il Segretario di Stato ha ribadito l'impegno del governo degli Stati Uniti a cambiare il corso della politica in Iran.

Allo stesso tempo, Pompeo ha aggiunto che le autorità statunitensi stanno considerando la possibilità di avviare un dialogo con l'Iran a in caso di "comportamento normale" della leadership della Repubblica Islamica.

Mike Pompeo - Sputnik Italia
Pompeo valuta possibilità di accordo con la Russia su controllo armamenti

L'8 maggio 2018, il capo della Casa Bianca ha annunciato il ritiro di Washington dal piano d'azione globale congiunto sul programma nucleare iraniano, un accordo che è stato concluso nel 2015 che prevede la limitazione dello sviluppo nucleare di Teheran in cambio dell'abolizione delle sanzioni del Consiglio di sicurezza dell'ONU e delle misure unilaterali restrittive dell’'UE e degli USA. L'8 maggio 2019, il presidente iraniano Hassan Rouhani ha annunciato la sospensione dell'adempimento di parte degli obblighi previsti dal Piano.

Alcuni giorni fa, Rouhani ha dichiarato che Teheran non esclude la possibilità di avviare negoziati con gli Stati Uniti se Washington si atterrà agli obblighi dell’accordo nucleare. Tuttavia, in seguito il leader spirituale e capo del paese, l'Ayatollah Ali Khamenei, ha affermato che i negoziati con Washington, a suo avviso, non fanno altro che nuocere.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала