Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Iran mostra bunker segreto da dove lanciare missili (VIDEO)

© AP Photo / Fars News Agency/Omid VahabzadehТестовый запуск баллистической ракеты в Иране
Тестовый запуск баллистической ракеты в Иране - Sputnik Italia
Seguici su
La Repubblica Islamica a febbraio ha pubblicato un raro video di una fabbrica missilistica che assomiglia a una tentacolare città sotterranea, causando preoccupazioni in Occidente sui suoi sforzi in corso per rafforzare le sue capacità militari, oltre al contenzioso di vecchia data con gli Stati Uniti.

Tra le crescenti tensioni con gli Stati Uniti, l'Iran ha pubblicato un video che mostra un bunker sotterraneo pieno di armi e componenti che sembrano appartenere al sistema di missili balistici Qiam-1. Anche se il filmato è stato mostrato per la prima volta dalla televisione di stato iraniana la scorsa settimana, ha iniziato a girare su Internet solo venerdì, apparendo anche su YouTube.

Il video si apre con la vista dell'ingresso di una base sotterranea costruita in cemento armato in profondità sotto la crosta terrestre, con enormi manifesti che mostrano il capo supremo della Repubblica islamica, l’Ayatollah Ali Khamenei e il presidente Hassan Rouhani appesi a destra e a sinistra della solida porta d'ingresso di metallo.

Le bandiere degli Usa e dell'Iran - Sputnik Italia
USA rinviano nuove sanzioni contro l'Iran

La telecamera si concentra quindi sui membri dello staff militare che assemblano un Qiam-1, che ha una gittata dichiarata di 750 km, nella sala di lancio della struttura, che sembra essere presa a prestito da un film di James Bond. Una volta montato insieme, il missile viene lanciato dalla base e volare verso il cielo.

Nel febbraio scorso, l'Iran ha rilasciato rari filmati della sua fabbrica di missili, parte di un'intera "città sotterranea". Non è chiaro se il nuovo video sia stato girato nello stesso luogo o altrove.

Giovedì Khamenei, parlando del problema delle relazioni Iran-Stati Uniti, ha avvertito che negoziare l'aspetto militare con gli Stati Uniti non porterebbe altro che danni.

Nel frattempo, il presidente americano Trump è arrivato venerdì a Colorado Springs, per discutere della minaccia iraniana.

Ci sono stati diversi recenti scambi di minacce tra i due paesi, con gli Stati Uniti che accusano l'Iran di organizzare una serie di incidenti incluso il presunto sabotaggio di petroliere al largo delle coste degli Emirati Arabi Uniti. L'Iran ha replicato annunciando che sta rafforzando la sua capacità produttiva di uranio a basso arricchimento.

Il Primo Ministro giapponese Shinzo Abe fornisce osservazioni sulla Corea del Nord, accompagnato dal Presidente USA Donald Trump, al Mar-a-Lago club di Palm Beach, Florida, USA, 11 febbraio 2017 - Sputnik Italia
Riuscirà Abe a mediare tra Iran e USA per tenere nuovi negoziati?

La Repubblica Islamica inoltre ha indicato a Europa e Cina il termine del 7 luglio per definire nuovi termini per un accordo nucleare, sostenendo che se non ci sarà una revisione dell'accordo nucleare, arricchirà l'uranio a livelli ancora più alti, il che permetterà all’Iran di produrre armi.

All'inizio di questo mese, gli Stati Uniti hanno introdotto più sanzioni anti-iraniane e hanno inviato il gruppo d'attacco della portaerei Abraham Lincoln, uno squadrone di bombardieri B-52 e intercettori Patriot nel Golfo per affrontare quella che Washington ha definito una minaccia crescente da parte dell’Iran.

Inoltre, Trump ha confermato che il Pentagono schiererà altre 1.500 truppe nella regione.

L'amministrazione Trump ha aumentato la pressione su Teheran dopo che gli Stati Uniti si sono ritirati dal piano d'azione congiunta congiunto 2015 (PACG), noto anche come accordo nucleare iraniano, lo scorso maggio e ripristinando tutte le sanzioni contro la Repubblica islamica, per timore che il paese possa rappresentare una minaccia nucleare nella regione. Anche Israele è stato al centro dello scontro, con il primo ministro Benjamin Netanyahu, ardente oppositore dell'accordo, sostenendo nel luglio 2018 che Israele è stata responsabile della decisione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump di ritirarsi dall'accordo nucleare iraniano.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала