Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Damasco difende l'Iran dalle accuse dei Paesi arabi su ingerenza in Siria

© Sputnik . Valeriy Melnikov / Vai alla galleria fotograficaFoto di Bashar Assad a Damasco, Siria
Foto di Bashar Assad a Damasco, Siria - Sputnik Italia
Seguici su
Il ministero degli Esteri siriano ha definito la dichiarazione finale del vertice arabo alla Mecca un'interferenza inaccettabile nella politica interna: nel documento si sosteneva che la presenza iraniana in Siria ha un impatto negativo nel Paese mediorientale.

I leader arabi che hanno partecipato al vertice generale alla Mecca hanno stigmatizzato l'ingerenza iraniana nella crisi siriana ed hanno sostenuto il suo impatto negativo sull'unità della Siria.

"La Siria rigetta i contenuti della dichiarazione finale del summit sulla cosiddetta ingerenza iraniana negli affari della Siria e ritiene che il testo di questo comunicato sia un'interferenza inaccettabile negli affari interni dello Stato siriano", si legge in un comunicato del ministero degli Esteri siriano.

Il dicastero diplomatico siriano ha ricordato che la presenza delle forze iraniane in Siria è "legittima", in quanto sono state invitate dalle legittime autorità siriane.

I diplomatici siriani ritengono che i partecipanti al vertice della Mecca avrebbero dovuto condannare l'interferenza negli affari interni di Damasco di altri Paesi, che forniscono "supporto illimitato in varie forme" ai gruppi terroristici per prolungare la crisi siriana.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала