Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Canada si riprenderà la spazzatura inviata nelle Filippine

Seguici su
Il governo canadese ha ingaggiato una compagnia di trasporti che riporterà indietro la spazzatura canadese dalle Filippine entro la fine dell'estate. Lo ha riferito mercoledì il canale della CBC TV, con riferimento al ministro canadese dell'Ambiente e dei cambiamenti climatici Catherine McKennou.

Secondo lei, tutta la spazzatura sarà consegnata in Canada entro la fine di giugno, ed entro la fine di questa estate, dopo un'adeguata verifica, sarà smaltita. Tutte le spese di trasporto e smaltimento saranno a carico di Ottawa, ma non vengono forniti dati sui costi.

In precedenza, il presidente filippino Rodrigo Duterte ha ordinato l’ingaggio di una compagnia di spedizioni per restituire 69 contenitori di spazzatura al Canada. Ha aggiunto che se il Canada si fosse rifiutato di accettare i container, il carico sarebbe stato lasciato nelle sue acque territoriali.

Rodrigo Duterte - Sputnik Italia
Filippine, Duterte promette al Canada di rispedirgli la sua spazzatura

Nel 2016, una corte filippina ha stabilito che la spazzatura canadese importata illegalmente nel paese nel 2013-2014 è dannosa per l'ambiente e la salute umana e che doveva essere riportata in Canada. Ottawa ha poi dichiarato che i contenitori della spazzatura erano una consegna commerciale, estranea al governo, ma in seguito hanno accettato di riprendersi indietro i rifiuti. Manila ha fissato una scadenza fino al 15 maggio dell'anno in corso e, dopo che non è stata rispettata, ha richiamato l'ambasciatore e i consoli generali. La scorsa settimana, il Ministero degli Affari Esteri canadese ha dichiarato di essere stato deluso da questa decisione di Manila e ha nuovamente promesso di rimuovere tutta la spazzatura canadese dalle Filippine.

Secondo quanto riporta la CNN, nel 2013 e nel 2014 nelle Filippine sono stati mandati 103 container con 2450 tonnellate di spazzatura da riciclare. Ma gli ispettori locali avevano visionato il contenuto e concluso che questi rifiuti in plastica non era più utilizzabile. Alla fine la spazzatura era stata dichiarata illegale e parte dei container si trova ancora al porto di Manila.

Lo scorso anno la Cina ha deciso di negare l’ingresso alla “spazzatura straniera” per limitare i danni ambientali. Sembrerebbe che queste limitazioni spingano i paesi più sviluppati a riciclare i rifiuti, non avendo la possibilità di sbarazzarsene mandandoli da qualche parte.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала