Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Iraq, un mediatore nel conflitto tra Iran e USA

© Sputnik . A. Savin / Vai alla galleria fotograficaLa veduta di Baghdad, la capitale dell'Iraq. (Foto d'archivio)
La veduta di Baghdad, la capitale dell'Iraq. (Foto d'archivio) - Sputnik Italia
Seguici su
La coalizione irachena The National Wisdom Movement propone che l’Iraq assuma un ruolo di mediatore nel conflitto tra Iran e USA.

I politici del movimento The National Wisdom Movement (in italiano, il Movimento Nazionale per la Saggezza) hanno detto che questo è necessario per stabilizzare la situazione e prevenire una guerra che potrebbe scoppiare da un momento all’altro.

Il deputato del Parlamento iracheno Hasan Fadam del The National Wisdom Movement ha detto a Sputnik che “l’Iraq svolge già un ruolo di mediatore tra le parti a livello politico e governativo. L’Iraq è geograficamente e politicamente legato agli USA e all’Iran e può aiutare a ridurre la tensione”.

Estrazione di petrolio in Iran - Sputnik Italia
L’oro nero iraniano: una prelibatezza per il mercato mondiale del petrolio?

“Il processo è già in corso. In questi giorni l’ambasciatore della Gran Bretagna ha fatto visita all’ambasciatore dell’Iran a Baghdad, gli ambasciatori di altri paesi discutono la situazione. La mediazione irachena permette di stabilizzare la crisi. Per Baghdad è conveniente che la situazione non si trasformi in guerra”, ha detto Hasan Fadam. “Alcune forze non irachene hanno interesse che il conflitto nella regione si aggravi. Vogliono che l’Iraq affondi nella crisi. Per questo in Iraq si arruolano agenti che in cambio di soldi e altri riconoscimenti lavorano per danneggiare la stabilità e il dialogo. Ma tutti riceveranno quello che si meritano”.

Un altro deputato del Parlamento iracheno dello stesso partito, Jasem Mohan, ha spiegato a Sputnik: “le relazioni tra Iran e USA hanno raggiunto un alto livello di tensione e sono praticamente arrivate al punto di non ritorno. Questo rappresenta una minaccia per tutta la regione, incluso l’Iraq. Per questo il leader del The National Wisdom Movement Ammar al-Hakim ha proposto questa iniziativa. Lo scopo è di far avvicinare gli USA e l’Iran fino al punto in cui saranno in grado di sedersi allo stesso tavolo e condurre delle trattative”.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала