Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Manifestazione anti-Salvini, scontri con la polizia a Firenze. VIDEO

© AP Photo / Andrew MedichiniLa polizia antisommossa italiana durante una protesta a Roma
La polizia antisommossa italiana durante una protesta a Roma - Sputnik Italia
Seguici su
Più di 2 mila persone si sono radunate a Firenze per protestare contro il comizio del vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini tenutosi in piazza Strozzi. "Firenze non si Lega", si leggeva su uno degli striscioni.

Oltre 2 mila persone hanno partecipato alla manifestazione anti-Salvini a Firenze, dove il ministro dell'Interno e vicepremier italiano è arrivato per partecipare al suo comizio in piazza Strozzi. Secondo quanto riporta l'agenzia Ansa, la manifestazione era stata organizzata da alcune sigle dei collettivi di sinistra.

Ancora prima dell'inizio dell'intervento di Salvini, previsto per le ore 21, da 100 a 300 giovani (secondo i dati di diversi media) hanno cercato di sfondare il cordone della polizia poco lontano dal palco della Lega.

I giovani hanno intrapreso alcuni tentativi che hanno comportato la reazione delle forze dell'ordine, che dopo i primi due tentativi hanno iniziato a respingere i giovani con più decisione. I manifestanti hanno intrapreso alcuni altri tentativi, anche essi respinti, urlavano "Fuori Salvini da Firenze", fischiavano e lanciavano fumogeni contro la polizia.

Il sindaco Pd di Firenze Dario Nardella tramite i social ha invitato i manifestanti alla calma:

​Il 18 maggio in Piazza Duomo a Milano si era tenuto un grande comizio dei sovranisti organizzato da Matteo Salvini. Al comizio hanno intervenuto i leader di alcuni partiti di destra europei, tra cui Marine Le Pen.

LEGGI ANCHE: Salvini in esclusiva a Sputnik: Cambieremo Europa

"In questa piazza non ci sono estremisti, fascisti, razzisti. Gli estremisti sono quelli che per vent’anni hanno governato l’Europa. La risposta alle polemiche siete voi. E’ una giornata eccezionale. In questa piazza c’è gente che non si rassegna ad un futuro di paura e di schiavitù. Lo stiamo facendo per i nostri figli", ecco le parole con cui il ministro si era rivolto alla gente in Piazza.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала