Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Alla Camera proposta la legge che manca all’Italia, vietato mangiare cani e gatti

© Sputnik . Alexey Kudenko / Vai alla galleria fotograficaCane e gatto
Cane e gatto - Sputnik Italia
Seguici su
La legge è stata proposta dal deputato del Movimento 5 Stelle Carmelo Massimo Misiti, membro della Commissione Bilancio Tesoro e Programmazione, per colmare un vuoto legislativo e sarà discussa dalla Commissione giustizia della Camera.

Potrebbe sembrare che in Italia non ci sia bisogno di una legge del genere. Per prima cosa, non c’è una tradizione culturale e alimentare di mangiare la carne di questi animali. Secondo, esiste già una legge sul maltrattamento degli animali che potrebbe bastare per prevenire l’uccisione o la macellazione di un cane o un gatto ai fini dell’alimentazione.  

Misiti propone delle modifiche alle leggi 189 del 20 luglio 2004, “in materia di divieto di macellazione e consumo delle carni di cane e di gatto”, e 201 del  4 novembre 2010, “in materia di traffico illecito di animali da compagnia”  introducendo una norma che vieti espressamente la macellazione di cani e gatti, scongiurando ogni possibilità di interpretazione sbagliata delle norme già esistenti.

Attualmente in Italia esiste solo un regio decreto del 20 dicembre 1928 che stabilisce che “la macellazione è consentita solo nei pubblici macelli e, a riguardo, si riferisce solo ai bovini, bufalini, suini, ovini, caprini ed equini. Quindi si possono mangiare il manzo, il bufalo, la mucca, il toro, il maiale, il cinghiale, le capre, gli agnelli, le pecore e i cavalli”.

Il deputato spiega che “in teoria ai fini dell’alimentazione, si può vendere solo ciò che è espressamente consentito. Ma il problema è che non sono previsti divieti”.

La legge proposta dal parlamentare pentastellato prevede da quattro mesi a due anni d’arresto ed un’ammenda da 5000 a 50000 euro per ogni animale macellato.

Oltre alla legge datata 1928, in Italia è in vigore anche una normativa europea che però vieta l’uccisione di cani e gatti per la vendita di pellicce, senza menzionare l’alimentazione.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала