Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Beluga “spia russa” restituisce a una turista il suo iPhone

Seguici su
Un cetaceo bianco beluga, che gli studiosi norvegesi avevano sospettato di essere una spia russa, ha restituito a una turista l’iPhone che le era caduto in mare. Lo scrive il giornale tedesco Die Welt.

Il video dell’accaduto è stato pubblicato dalla turista norvegese Isa Opdahl Larsson su Instagram. Le scene mostrano che il cetaceo nuota verso la superficie tenendo in bocca lo smartphone e in tutta calma lo porta alla ragazza. “Quando gli animali sono più buoni degli esseri umani”, commenta Isa nel suo post.

Il Die Welt spiega che il fatto è avvenuto vicino alla costa della città norvegese di Hammerfest. La protagonista ha accidentalmente fatto cadere il suo iPhone in mare durante una gita in barca e il beluga, che stava passando poco lontano, glielo ha restituito.

Si pensa che il mammifero del video sia lo stesso che circa una settimana fa era stato trovato da alcuni pescatori norvegesi. Secondo il giornale tedesco, lo dimostrerebbe il fatto che proprio questo esemplare è particolarmente amichevole con l’uomo, un tratto atipico per questi animali. Inoltre secondo i media il “beluga-spia” sarebbe rimasto, appunto, nella zona di Hammerfest.

Beluga con la GoPro nelle acque norvegesi - Sputnik Italia
Norvegia, catturato beluga sospettato di lavorare per l'esercito russo (VIDEO)

A fine aprile il cetaceo in questione era stato trovato dai pescatori a nord della Norvegia con una fotocamera GoPro e un pendolo con la scritta “attrezzatura di San Pietroburgo”. Il ritrovamento dell’animale nelle acque territoriali del paese aveva attirato l’attenzione dei media locali e dei centri scientifici. Ad esempio il professore del dipartimento di biologia artica e marina dell’Università artica norvegese Audun Rikardsen aveva espresso il suo parere che se si fosse trattato di un progetto scientifico i ricercatori non avrebbero mai marcato così la balena. Mentre il biologo dell’Istituto di ricerca marina Martin Biuw aveva detto che nell’accaduto era presente una “traccia russa”.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала