Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Madrid critica le azioni USA contro le imprese che lavorano a Cuba

© AP Photo / Francisco SecoJosep Borrell
Josep Borrell - Sputnik Italia
Seguici su
La decisione degli Stati Uniti di far entrare in vigore le disposizione della legge sulle sanzioni contro le aziende che operano a Cuba, è emblematica dell'abuso di potere e dell'atteggiamento non collaborativo della Casa Bianca, ha dichiarato il ministro degli Esteri in carica spagnolo Josep Borrell.

In precedenza il segretario di Stato Mike Pompeo aveva dichiarato che gli Stati Uniti dal 2 maggio non avrebbero rinviato l'applicazione dell'Helms-Burton Act del 1996, che presuppone l'estensione delle restrizioni economiche non solo a Cuba ma anche alle società straniere che collaborano con le autorità locali, anche sulle proprietà sequestrate dopo la rivoluzione ai cittadini statunitensi. Tutti i presidenti degli Stati Uniti hanno costantemente rinviato questa legge per le obiezioni dei Paesi che hanno relazioni economiche con Cuba.

"Questa è un'altra dimostrazione della mancanza di cooperazione dell'amministrazione statunitense, un'adozione di misure extraterritoriali che riteniamo essere un abuso di potere, pertanto siamo contrari," - ha detto Borrell in un'intervista con il canale televisivo 24 Horas.

Secondo Borrell, ha personalmente avvertito il segretario di Stato Mike Pompeo ed il consigliere sulla sicurezza nazionale della Casa Bianca John Bolton delle "gravi conseguenze" di questo passo per la Spagna e l'Unione Europea nel suo complesso.

"Alla fine, lo hanno fatto loro. Ha aperto la possibilità di battaglie legali, studi legali avranno molto lavoro, si guadagneranno molti soldi," - ha detto Borrell.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала