Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Bosnia-Erzegovina, albanese condannato per aver ucciso un ragazzino serbo nel 1992

© AP Photo / Brennan Linsleytribunale
tribunale - Sputnik Italia
Seguici su
Il tribunale bosniaco ha condannato in primo grado a 10 anni di reclusione Elfet Veseli, di nazionalità albanese, ex membro delle forze armate bosniache musulmane, per l'omicidio di un dodiccenne serbo durante il conflitto Bosnia-Erzegovina nel 1992. Lo riferisce oggi il canale televisivo RTRS.

Veseli era stato arrestato in Svizzera il 30 settembre 2016 su richiesta della Procura bosniaca, con l'accusa dell'omicidio a sangue freddo di Slobodan Stojanovic, 12 anni, nell'estate del 1992 a Zvornik. Alla fine di marzo 2017, le autorità elvetiche lo hanno estradato in Bosnia-Erzegovina.

"Mercoledì il tribunale della Bosnia-Erzegovina ha condannato Elfet Veseli a 10 anni di carcere per il brutale omicidio del dodicenne Slobodan Stojanovic nell'estate del 1992 nel villaggio di Bayrichi, vicino alla città di Zvornik", riferisce l'emittente.

Ai 10 anni di reclusione, verranno sottratti circa 2 anni e mezzo per il tempo trascorso agli arresti in Svizzera e Bosnia-Erzegovina.

Il verdetto, tuttavia, ha suscitato il malcontento nella Repubblica serba di Bosnia-Erzegovina.

"La sentenza di Veseli... è un tentativo di relativizzare questo crimine e ridurlo al livello di incidente. L'assoluzione di Sakib Khalilovich (comandante di Veseli, assolto per responsabilità di comando, ndr) mostra che la corte della Bosnia-Erzegovina evita con insistenza ldi condannare gli slavi musulmani per la responsabilità di comando," ha detto all'emittente Milorad Kojic, direttore del centro di ricerca militare.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала