Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Wikileaks racconta delle condizioni di Julian Assange in carcere

Seguici su
Il caporedattore del sito Wikileaks Kristinn Hrafnsson dice che Assange è in stato di repressione, ma non distrutto.

“È una persona molto forte. Lotterà. Sa di essere innocente, di non aver fatto niente di male”, dice Hrafnsson.

Secondo il giornalista, Assange ha bisogno del sostegno della società. Inoltre, continua, quello che sta accadendo al fondatore di Wikileaks non si può chiamare giustizia.

“È stato uno choc vedere il mio amico, un intellettuale, un editore, un giornalista e una persona che con il suo lavoro ha cambiato il mondo del giornalismo, in un carcere a regime duro”, racconta Hrafnsson.

Julian Assange dopo l'arresto a Londra - Sputnik Italia
WikiLeaks e avvocati di Assange temono per la sua salute

Nella prigione di Belmarsh, vicino a Londra, Assange ha ricevuto anche la visita dell’attrice Pamela Anderson, sua amica. Pamela ha ammesso che vedere il suo amico dietro le sbarre è stato difficile.

“Non deve stare in un carcere a regime duro, non ha commesso azioni violente, è innocente. Non ha accesso alla biblioteca, al computer, è completamente tagliato fuori dalle informazioni. Non può neanche parlare con i figli”, ha detto. L’attrice ha inoltre chiesto di sostenere Assange in tutti i modi possibili.

Il caso Assange

Julian Assange è diventato famoso grazie alle pubblicazioni che smascheravano le azioni degli Stati Uniti durante le operazioni militari in Afghanistan e Iraq, tra cui l’uccisione di civili. Inoltre Assange ha pubblicato materiali sulle condizioni di reclusione nel campo di prigionia americano di Guantánamo, a Cuba.

Le proteste davanti alla corte dov'è stato portato Assange. - Sputnik Italia
Assange, esperti ONU: condanna sproporzionata al reato commesso

Nel 2010 in Svezia Assange è stato accusato di molestie e violenze sessuali. Il giornalista ha negato le accuse e detto che le donne che lo hanno denunciato agivano per desiderio di vendetta e sotto l’influenza delle autorità.

Nel 2012 il fondatore di Wikileaks a cominciato a nascondersi presso l’Ambasciata dell’Ecuador a Londra. La mattina dell’11 aprile del 2019 Assange è stato arrestato secondo un ordine emesso nel 2012 a causa della sua assenza in tribunale e su richiesta delle autorità svedesi e statunitensi.

Il 1 maggio in Gran Bretagna, dove è recluso, Assange è stato condannato a 11,5 mesi di prigione per aver violato le condizioni di uscita sotto cauzione.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала