Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ministero delle Finanze USA nega al Congresso l’accesso alle dichiarazioni dei redditi di Trump

Seguici su
Il Ministero delle Finanze statunitense non fornirà al Congresso le dichiarazioni dei redditi del presidente Donald Trump, ha dichiarato il Segretario al Tesoro Steven Mnuchin.

“Nel rispetto delle scadenze precedentemente imposte dal comitato e in concordanza con il nostro impegno a rispondere tempestivamente vi informo che il Ministero non può eseguire la richiesta nei limiti stabiliti dalla legge”, si legge nella lettera del capo del Ministero delle Finanze americano, indirizzata al democratico Richard Neal, presidente del Comitato Ways and Means della Camera dei rappresentanti.

Mnuchin fa notare che “la richiesta del Comitato è senza precedenti” e quindi “presenta serie questioni di carattere costituzionale, la cui risoluzione potrebbe avere conseguenze destinate a durare nel tempo per tutti i contribuenti”.

Come scrive il giornale The New York Times, Richard Neal ha a sua volta dichiarato che “interpellerà un avvocato”.

Richard Neal aveva richiesto ufficialmente le dichiarazioni dei redditi di Donald Trump dal 2013 al 2018. Nella richiesta scritta Neal aveva spiegato che la questione faceva parte del suo ruolo di controllo.

Neal ha sottolineato che l’agenzia per la riscossione dei tributi (IRS, Internal Revenue Service) attua una politica di revisione contabile delle dichiarazioni dei redditi di tutti i presidenti e vicepresidenti in carica, ma “per ora non sappiamo molto sull’efficacia del programma”.

L’IRS è una parte del dipartimento del Tesoro. Una legge del 1924, cui si ricorre raramente, stabilisce che il capo del Tesoro “deve fornire” i materiali richiesti ai membri del Comitato Ways and Means che li potrà analizzare a porte chiuse.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала