Nord Stream 2 esorta la Danimarca a ritirare la richiesta di una terza rotta

Seguici suTelegram
Nord Stream 2 AG, che gestisce il progetto del gasdotto Nord Stream 2, ha dichiarato di aver esortato la Danimarca a ritirare la sua richiesta di una terza rotte per il tracciato del gasdotto per evitare ritardi nella concessione di un permesso di costruzione.

“Il 17 aprile 2019 Nord Stream 2 ha presentato un ricorso contro la decisione del 26 marzo dell’Agenzia danese per l’energia (DEA) relativa alla domanda di autorizzazione nord-occidentale, chiedendo alla società di esaminare e presentare una valutazione di impatto ambientale (VIA), accompagnata da una domanda di autorizzazione, per un percorso a sud-est di Bornholm alla Commissione danese per l’energia. Il ricorso sostiene che la decisione è illegale. Di conseguenza, deve essere annullata in modo che la DEA proceda senza indugio al rilascio di un’autorizzazione per la rotta nordoccidentale per Nord Stream 2”, ha dichiarato la società in un comunicato stampa. 

Pipes are loaded onto a vessel in the northern German port of Mukran for transshipment to a storage yard - Sputnik Italia
Nord Stream-2 è il futuro della Germania - governatrice Meclemburgo-Pomerania Anteriore
Nord Stream 2 è un'intesa fra il gigante russo del gas Gazprom e cinque compagnie europee, inclusa OMV, e punta a trasportare 55 milioni di metri cubi di gas russo naturale all'anno nell'Unione Europea attraverso il mar Baltico e la Germania.

Il progetto di gasdotto è stato ben accolto da alcuni paesi europei e osteggiato da altri, mentre gli Usa si sono strenuamente opposti al progetto. A tal proposito il Presidente russo Vladimir Putin ha dato voce alla convinzione che Donald Trump stia cercando di espellere la Russia dal mercato europeo dell'energia in modo che gli Usa possano vendere più gas liquido al Vecchio Continente.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала