Media: scoperti milioni di euro in residenza di ex presidente del Sudan

Seguici suTelegram
Gli investigatori dell'ufficio del procuratore militare sudanese hanno trovato milioni di euro e diversi miliardi in valuta locale durante le perquisizioni nella casa dell'ex presidente Omar al-Bashir, lo riporta Al Rai al Aam.

Secondo la pubblicazione, i pubblici ministeri hanno sequestrato 6 milioni di dollari, 351 mila dollari, oltre a 5 miliardi di sterline sudanesi (circa 105 milioni di dollari). Soldi collocati nella banca centrale del paese.

È in corso un'investigazione per reati di corruzione.

L’11 aprile in Sudan c'è stato un colpo di stato militare. Il presidente Omar al-Bashir, che ha guidato il paese per quasi 30 anni, è stato arrestato, il governo è stato sciolto e la costituzione è stata sospesa.

I militari hanno creato un consiglio militare di transizione, che ha introdotto uno stato di emergenza e il coprifuoco.

Al capo del governo è andato il ministro della Difesa Awad bin Auf, ma dopo un giorno ha lasciato il posto. È stato sostituito dall'ex capo dello Stato maggiore delle forze di terra Abdel Fattah al-Burhan, che ha rimosso lo stato di emergenza e il coprifuoco.

I cambiamenti di governo continuano nel paese. Così, Salah Gosh, capo del Dipartimento nazionale di intelligence e sicurezza, ha rassegnato le dimissioni, il colonnello generale Hash Abdel Muttalib Ahmed Babakr è stato nominato capo dello Stato maggiore dell'esercito, e il colonnello generale Mohammed Othman al-Hussain è stato nominato suo vice.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала