Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La Bulgaria offre assistenza alla Francia per restaurare la cattedrale di Notre-Dame

© REUTERS / GONZALO FUENTESNotre Dame
Notre Dame
 - Sputnik Italia
Seguici su
Le autorità statali bulgare hanno espresso la loro solidarietà al popolo francese dopo il vasto incendio che lunedì sera ha danneggiato la cattedrale di Notre-Dame e hanno dato piena disponibilità di assistenza nel restauro dell'edificio.

Il presidente bulgaro Rumen Radev oggi ha scritto su Facebook che ciò che è accaduto a Parigi ha ferito il cuore non solo del popolo francese, ma di tutta l'umanità.

"Notre-Dame è parte della storia dell'umanità, l'incarnazione dei ricordi più belli e delle speranze nella vita di coloro che hanno la fortuna di toccare il tempio di Dio", ha detto il capo dello stato.

Il primo ministro bulgaro Boyko Borisov ha offerto alle autorità francesi l'assistenza degli specialisti nazionali per i lavori di restauro della cattedrale.

"Stamattina, tramite il nostro ambasciatore a Parigi, ho comunicato al presidente Macron che ci dispiace per la cattedrale di Notre-Dame. Siamo pronti a fornire il nostro aiuto, sia finanziario che professionale. Abbiamo persone eccezionalmente dotate in quest'area", ha detto Borisov.

Emmanuel Macron al luogo dell'incendio nella Cattedrale di Notre-Dame  - Sputnik Italia
Macron dichiara che si intende ricostruire la Cattedrale di Notre-Dame entro 5 anni

L'ex ministro degli esteri Solomon Pasi ha ricordato che già una volta la Bulgaria ha contribuito alla salvezza della cattedrale: è successo nel 1866, quando le autorità ottomane di Ruse risposero alla richiesta della Francia e mandarono l'architetto bulgaro Kolju Ficeto a Parigi per eliminare i problemi di scarico dell'acqua e salvare la cattedrale dalla distruzione.

Egli ha aggiunto che il popolo bulgaro condivide il dolore che la Francia sta vivendo. "Oggi è anche la nostra tragedia", ha scritto il diplomatico su Twitter.

Ficeto, infatti, riuscì a risolvere i problemi di infiltrazione dell'acqua nella cattedrale, che ne minacciavano il crollo. Per eliminare il rischio di crollo, l'architetto bulgaro fece dei lavori che hanno consentito all'acqua sotterranea venisse scaricata nella piazza antistante la cattedrale. I francesi espressero una grande gratitudine e insistettero perché rimanesse a Parigi, ma preferì tornare in Bulgaria non appena fu convinto che il pericolo di un crollo era stato escluso.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала