Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Le autorità di New Orleans si sono scusate per il linciaggio degli italiani nel 1891

Seguici su
L'autorità americana di New Orleans si è scusata per il linciaggio dei rappresentanti della diaspora italiana nel 1891, riferisce il Ministero degli Esteri italiano.

La dichiarazione è stata letta dal sindaco della città di Latoya Cantrell durante una cerimonia a cui hanno partecipato il Console generale d'Italia a Houston e i rappresentanti della comunità italo-americana.

La violenza si è verificata il 14 marzo 1891 nella prigione locale, in essa c’erano 19 membri di famiglie italiane, imputati dell'omicidio del capo della polizia David Hennessy, coinvolto nella lotta contro la mafia.

La folla ha fatto irruzione nell’edificio il giorno dopo la riunione della corte, che ha riconosciuto i sei imputati innocenti dell’attacco, rimandane tre alla revisione. Per gli umori della popolazione contro i migranti, tipici del tempo, alimentati dai media, gli italiani sono stati accusati della morte del popolare poliziotto.

Riunitasi alla prigione, la folla li ha colpiti a morte, ha sparato e pestato 11 persone, per lo più impiegati o commercianti. Il principale sospettato, che era il capo della mafia locale, è stato in grado di fuggire ed evitare il linciaggio, senza essere punito.

Come sottolinea il Ministero degli Esteri italiano, la scelta delle autorità di New Orleans è stata accolta dall'ambasciatore italiano negli Stati Uniti Armando Varicchio, che lo ha definito "un atto che aiuterà a guarire una ferita aperta 128 anni fa".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала