Per gli scontri armati in Libia oltre 8mila persone hanno lasciato proprie case

© AP Photo / Mohamed Ben KhalifaTripoli, Libia
Tripoli, Libia - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Le Nazioni Unite hanno espresso preoccupazione per la riduzione delle scorte alimentari nelle zone interessate dai combattimenti.

Più di 8mila persone sono state costrette a lasciare le proprie case nei pressi della capitale libica dal 4 aprile a seguito dell'offensiva dell'esercito nazionale libico guidato dal feldmaresciallo Khalifa Haftar su Tripoli. Lo riporta oggi l'agenzia France-Presse con riferimento al rappresentante ufficiale della sede delle Nazioni Unite di Ginevra Rheal Leblanc.

Secondo l'articolo di France-Presse, molte famiglie si trovano in gravi difficoltà nelle aree colpite dal conflitto, mentre il numero di sfollati continua a crescere.

Le Nazioni Unite hanno inoltre espresso preoccupazione per la diminuzione delle scorte alimentari.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала