Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Capo diplomazia USA Pompeo insiste: niente paragoni tra Golan e Crimea

© AP Photo / Andrew HarnikIl segretario di Stato USA Mike Pompeo
Il segretario di Stato USA Mike Pompeo - Sputnik Italia
Seguici su
Il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha esortato a non paragonare il riconoscimento di Washington della sovranità israeliana sulle Alture del Golan siriane con “l'annessione” della Crimea da parte della Russia.

"Questi casi sono completamente diversi: Israele ha ottenuto le Alture del Golan perché era sotto attacco, si è difeso... hanno conquistato questo territorio per continuare a difendersi... la Russia, al contrario, non era in una posizione difensiva. In un momento favorevole ha deciso di strappare un territorio ad uno Stato che non la minacciava", ha affermato in un'audizione al Senato statunitense.

Il senatore democratico Dick Durbin che gli aveva posto la domanda ha rilevato che i territori conquistati a seguito di azioni militari sono considerati occupati secondo il diritto internazionale. Pompeo ha risposto dicendo che non sarebbe andato nei dettagli durante l'audizione, tuttavia ha proposto al senatore di ricevere spiegazioni dai suoi collaboratori pronti a discutere questa parte del diritto internazionale.

"Il secondo punto è una questione di prassi politica. Se è proprio così, cioè non si paga per l'aggressività quando attacchi e perdi parte della tua terra come conseguenza dell'attacco semplicemente perché hai fallito, è un sistema pessimo", ha aggiunto Pompeo.

Durbin ha osservato che, secondo questa logica, gli Stati Uniti potrebbero rivendicare i territori dell'Iraq.

"Possiamo elencare decine e decine di esempi, ma mi ha appena chiesto di confrontare le situazioni del Golan e della Crimea", ha risposto Pompeo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала