Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sky News: la crisi in Libia si aggrava, per Gran Bretagna e NATO è il momento di agire 

© Sputnik . Aleksey Vitvitsky / Vai alla galleria fotograficaBandiere NATO
Bandiere NATO - Sputnik Italia
Seguici su
A causa dell'offensiva dell'esercito sotto il comando del maresciallo Khalifa Haftar a Tripoli, la crisi in Libia si è aggravata, scrive Sky News. Per la Gran Bretagna e gli altri membri della NATO, secondo il canale, è il momento di agire, anche se sono stati proprio i membri dell’Alleanza a condurre le operazioni, che hanno portato al rovesciamento di Muammar Gheddafi e al caos nel paese.

La responsabilità non è solo della Gran Bretagna, ma anche di altri paesi della NATO, perché i loro militari hanno partecipato alle operazioni, che hanno portato alla caduta di Muammar Gheddafi e al caos nel paese.

In Libia inizia un'altra fase di confronto interno. E riguarda direttamente l'Europa, perché una Libia instabile è una porta aperta, di cui approfittano i migranti per arrivare nei paesi europei.

Questa volta la figura chiave è il maresciallo Khalifa Haftar. A suo tempo era un ufficiale dell'esercito di Gheddafi, ma poi è diventato uno degli organizzatori del colpo di stato contro l'ex leader libico. Haftar, una volta in esilio, ha vissuto negli Stati Uniti per venti anni, e dopo la caduta di Gheddafi è diventato uno dei signori della guerra nell'est del paese.

Haftar supporta non solo il leader egiziano Abdel Fattah Al-Sisi, ma anche la Russia, che lo aiuta, come affermato nell'articolo, con soldi e mercenari. Ora il maresciallo libico sta gradualmente rafforzando il suo potere. Così, recentemente si è trasferito a sud con l'obiettivo di prendere il controllo dei giacimenti nel sud della Libia, dice l'articolo.

Dopo Gheddafi la Libia è stata divisa tra diverse fazioni, tra cui ci sono i religiosi. L'occidente riconosce ufficialmente il governo di consenso nazionale, tuttavia, il potere di quest'ultimo in realtà è debole. Haftar è pronto a prendere il controllo di tutto il paese. Ma non è ancora in grado di farlo. Le sue forze hanno già affrontato una forte resistenza durante l’avanzamento a ovest, osserva Sky News.

Ma questo non ha fermato il maresciallo. 

Inoltre, la sua azione offensiva ha genrato solo il silenzio di gran parte della comunità internazionale. La Francia sembra essere attirata dalla prospettiva del capo militare al potere, ciò sarà alla base di una nuova iniziativa politica, per creare una Libia più uniforme e stabile. Altre grandi potenze non condividono però questa opinione.

Durante le precedenti operazioni offensive, Haftar è riuscito a convincere i suoi avversari a deporre le armi e ad unirsi alle sue truppe con l'aiuto delle promesse. Attualmente, tuttavia, questa tattica non funziona. Forse si andrà verso una lunga opposizione, questo, a sua volta, contribuirà a una maggiore instabilità ai confini meridionali dell'Europa, osserva Sky News.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала