Lavrov accusa USA di voler mettere una croce sul diritto internazionale

© Sputnik . Ilya Pitalev / Vai alla galleria fotograficaIl ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov
Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Gli Stati Uniti, riconoscendo le alture del Golan come il territorio di Israele, stanno cercando di distruggere il quadro giuridico internazionale su cui si sta costruendo la soluzione del conflitto in Medio Oriente, ha detto il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov in un'intervista al quotidiano egiziano Al-Ahram.

"Il riconoscimento da parte degli Stati Uniti dell'annessione israeliana delle alture del Golan, appartenenti alla Siria, è una flagrante violazione della Carta delle Nazioni Unite, principi del diritto internazionale, un blocco delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell'ONU sulla soluzione del conflitto arabo-israeliano, in primo luogo la risoluzione 479", ha detto il ministro alla vigilia della sua visita in Egitto.

Secondo Lavrov, tale decisione rinvia le possibilità di realizzare una pace a lungo termine, sostenibile e giusta in Medio Oriente. La posizione di Washington sulla questione mediorientale corrisponde alla linea generale degli Stati Uniti sul "fallimento degli accordi internazionali cardine, sulla sostituzione della legge internazionale con una certa" procedura basata su regole ", ha aggiunto.

"Ovviamente, Washington sta cercando di porre fine agli sviluppi della comunità mondiale, di distruggere la base giuridica internazionale generalmente riconosciuta, sulla base della quale continua la ricerca di soluzioni per risolvere la situazione in Medio Oriente", ha detto Lavrov.

Soldati israeliani sulle Alture del Golan - Sputnik Italia
La Siria è pronta ad una soluzione militare della questione delle alture del Golan

Allo stesso tempo, il ministro degli Esteri ha sottolineato che la posizione di Mosca sull’appartenenza delle alture del Golan in Siria rimane invariata.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha già firmato una dichiarazione che riconosce la sovranità israeliana sulle alture del Golan in un incontro con il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu. La portavoce del ministero degli Esteri, Maria Zakharova, ha dichiarato che con questa decisione Washington ha offuscato il sistema del diritto internazionale.

Durante la guerra dei sei giorni del 1967, Israele sconfisse la Siria e occupò le alture del Golan, e nel 1981 le annesse unilateralmente. L'appartenenza all'altopiano delle montagne è considerata il soggetto principale del conflitto israelo-siriano, per la risoluzione del quali sono stati intrapresi tentativi prima dell'inizio della guerra civile in Siria.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала