Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Media: nuovo blackout in Venezuela

© Sputnik . Eva Marie Uzcategui / Vai alla galleria fotograficaAutostrada di Caracas il terzo giorno di blackout
Autostrada di Caracas il terzo giorno di blackout - Sputnik Italia
Seguici su
Le cause del blackout in 21 regioni del paese sono sconosciute.

Una parte significativa del territorio del Venezuela è rimasta di nuovo senza elettricità, l'interruzione si è verificata in 21 regioni del paese. Lo ha riferito venerdì il quotidiano El Nacional.

Secondo il quotidiano le ragioni delle nuove interruzioni di corrente non sono ancora note. In precedenza, il leader dell'opposizione venezuelana, Juan Guaidó, ha esortato i cittadini a uscire in strada domenica 31 marzo per le azioni di protesta in relazione ai problemi con la fornitura di elettricità nel paese.

Strade e palazzi di Caracas con illuminazione parzialmente riattivata - Sputnik Italia
Collasso elettrico a Caracas

La più grande interruzione di corrente in Venezuela si è verificata il 7 marzo, quando Caracas e la maggior parte degli stati sono rimasti senza elettricità. Secondo il governo, la causa è stata un sabotaggio alla stazione idroelettrica Simon Bolivar. Molte regioni rimaste al buio sono state caratterizzate da un'ondata di rapine, e solo nello stato di Zulia il danno causato dalle azioni dei criminali ha superato i $50 milioni. Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha accusato dell'incidente "l’imperialismo americano", ma il Dipartimento di Stato ha respinto queste accuse.

La crisi in Venezuela si è aggravata dopo il 23 gennaio quando Juna Guaidó, la cui nomina alla carica di presidente del parlamento è stata annullata dalla Corte suprema del Venezuela, si è autoproclamato presidente in carica del paese. Gli Stati Uniti lo hanno riconosciuto come capo di stato provvisorio, lo stesso hanno fatto i paesi del gruppo di Lima (ad eccezione del Messico), l'Organizzazione degli Stati americani e un certo numero di paesi europei. Maduro ha definito l'incidente un tentativo di colpo di stato e ha annunciato la rottura delle relazioni diplomatiche con gli Stati Uniti. Russia, Bielorussia, Bolivia, Iran, Cina, Cuba, Nicaragua, El Salvador, Siria e Turchia hanno espresso il loro sostegno al presidente legittimo Maduro.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала