Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

USA, confessa l'uomo che ha inviato pacchi esplosivi agli oppositori di Trump

Seguici su
Caesar Sayok, 56 anni, residente in Florida, si è dichiarato colpevole di aver spedito pacchi con ordigni esplosivi a noti oppositori del presidente Donald Trump. Lo riporta oggi il New York Daily News.

Nell'ottobre 2018 l'uomo ha inviato 16 pacchetti contenenti ordigni esplosivi a noti oppositori del presidente Donald Trump. Tra questi ci sarebbero gli ex presidenti Barack Obama e Bill Clinton, Hillary Clinton, il miliardario George Soros e l'attore Robert De Niro.

Nel corso dell'udienza in tribunale il 15 novembre, Sayok ha rifiutato di ammettere la sua colpevolezza.

"Nell'ottobre del 2018, ho fabbricato dispositivi simili a bombe con sezioni di tubi e li ho spediti dall'ufficio postale", ha ammesso Sayok durante l'udienza di ieri.

Il presidente statunitense Donald Trump tiene una conferenza stampa dopo il suo summit con il leader nordcoreano Kim Jong Un ad Hanoi, Vietnam - Sputnik Italia
Trump respinge tesi media che lo incolpano per l’attacco in Nuova Zelanda

Egli ha anche elencato i destinatari dei suoi pacchi e descritto i componenti dei dispositivi esplosivi. In totale, Sayok ha confessato le 65 accuse contro di lui.

Sayoku è accusato dell'uso di armi di distruzione di massa, trasporto di esplosivi, spedizione illegale di esplosivi e altre violazioni.

Il giudice Jed Rakoff ha annunciato che il processo sul caso Sayok, inizierà il prossimo 15 luglio. Per l'imputato sarà chiesto l'ergastolo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала