Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Pechino: Memorandum su Belt and Road a beneficio di entrambi i paesi

© REUTERS / Wu Hong/PoolWang Yi, Ministro degli esteri della Cina
Wang Yi, Ministro degli esteri della Cina  - Sputnik Italia
Seguici su
Wang ha sottolineato in una conferenza stampa che sia la Cina che l'Italia attribuiscono grande importanza alla loro cooperazione all'interno del BRI, aggiungendo che Pechino ha apprezzato la partecipazione attiva di Roma all'iniziativa.

Il memorandum d’intesa che dovrebbe essere firmato a breve da Cina e Italia nell’ambito della Belt and Road Initiative (BRI) andrà a beneficio di entrambi i paesi, che mantengono relazioni tradizionalmente amichevoli. Lo ha detto il vice ministro degli esteri cinese Wang Chao. 

Giuseppe Conte alla seduta del Consiglio d'Europa - Sputnik Italia
Italia-Cina, Conte: "Intesa per crescere, Nato è pilastro"
Il protocollo d’intesa consoliderà il sostegno di Roma al BRI, un progetto ambizioso che prevede una rete di rotte commerciali e di comunicazione terrestre e marittima che collega la Cina all’Europa e al Medio Oriente. La cerimonia della firma è prevista durante la visita in Italia del Presidente cinese Xi Jinping, che inizierà giovedì. 

Wang ha sottolineato in una conferenza stampa che sia la Cina che l’Italia attribuiscono grande importanza alla loro cooperazione all’interno del BRI, aggiungendo che Pechino ha apprezzato la partecipazione attiva di Roma all’iniziativa e che la firma dei relativi accordi di cooperazione è nell’interesse di entrambe le parti. 

”La Cina e l’Italia mantengono una tradizionale amicizia. Negli ultimi anni, la fiducia reciproca strategica tra i due Paesi ha continuato ad approfondirsi e siamo riusciti ad ottenere molti risultati in diversi settori, dando un contributo significativo allo sviluppo economico di entrambi i Paesi e ampliando la cooperazione reciprocamente vantaggiosa tra Cina e Italia, che corrisponde agli interessi comuni di Roma e Pechino”, ha aggiunto Wang. 

Durante la visita di Xi in Italia, Roma e Pechino firmeranno una serie di accordi intergovernativi “in settori come la diplomazia, l’economia, il commercio, la cultura”, così come gli accordi commerciali nei settori delle infrastrutture e della finanza, secondo il diplomatico. 

Il presidente cinese, da parte sua, in un articolo pubblicato sul Corriere della Sera italiano alla vigilia della sua visita in Italia, ha dichiarato che Pechino è pronta ad ampliare la sua cooperazione pratica con Roma in diversi settori, tra cui la logistica portuale. 

Siamo pronti ad ampliare, insieme alla parte italiana, l’area della cooperazione pratica ….”. Le parti possono guardare le prospettive di cooperazione in settori come la logistica portuale, la reportistica navale, l’energia, le telecomunicazioni, la farmacia e altri settori”, ha detto Xi. 

In un’intervista rilasciata la scorsa settimana ad un quotidiano italiano, il Presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte ha dichiarato che il memorandum fornirà alle imprese italiane preziose opportunità di crescita e sviluppo e stabilirà una base di cooperazione bilaterale reciprocamente vantaggiosa e paritaria. La BRI, annunciata per la prima volta da Xi nel 2013, si concentra principalmente sulla Maritime Silk Route, che collega Cina ed Europa, e sulla Silk Road Economic Belt, che comprende l’Asia centrale, la Russia e il Medio Oriente.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала