Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Trump respinge tesi media che lo incolpano per l’attacco in Nuova Zelanda

© REUTERS / Leah Millis Il presidente statunitense Donald Trump tiene una conferenza stampa dopo il suo summit con il leader nordcoreano Kim Jong Un ad Hanoi, Vietnam
Il presidente statunitense Donald Trump tiene una conferenza stampa dopo il suo summit con il leader nordcoreano Kim Jong Un ad Hanoi, Vietnam - Sputnik Italia
Seguici su
Il presidente americano su Twitter: I media stanno facendo gli straordinari per incolpare me. Dovranno lavorare sodo per dimostrarlo. È ridicolo.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha respinto i resoconti dei media che suggeriscono che la sua retorica sia da biasimare per l’attacco terroristico della scorsa settimana in Nuova Zelanda, definendo tali accuse “ridicole”.

“I Fake News Media stanno facendo gli straordinari per incolpare me per l’orribile attacco in Nuova Zelanda. Dovranno lavorare sodo per dimostrarlo. È ridicolo”, ha scritto Trump su Twitter. Venerdì scorso, un uomo armato ha ucciso 50 persone dopo aver aperto il fuoco in due moschee nella città di Christchurch, nella Nuova Zelanda orientale. Il presunto aggressore ha fatto riferimento a Trump nel suo manifesto di 70 pagine, definendolo “simbolo di una rinnovata identità bianca”.

Dopo l’attacco, Trump ha detto di non credere che il nazionalismo bianco sia una minaccia globale in aumento. I democratici statunitensi hanno criticato Trump per aver rifiutato di chiamare i nazionalisti bianchi. Durante il fine settimana, diversi funzionari dell’amministrazione che appaiono in TV hanno confutato l’idea che ci siano dei legami tra Trump e l’attacco. Il primo ministro neozelandese Jacinda Ardern ha definito la sparatoria un atto terroristico, dicendo che è stato il “giorno più buio” del paese. Il sospetto autore dell’attentato è Brenton Tarrant, 28 anni, cittadino australiano e residente a Dunedin. Sabato scorso, un tribunale neozelandese ha deciso di mettere Tarrant in custodia cautelare fino al 5 aprile. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала