Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Venezuela, inviato Usa: delusi che Italia non si sia unita a partner Ue

© Sputnik . Marina TantushyanRoma, Piazza Vidoni, manifestazione unitaria a sostegno del legittimo presidente del Venezuela Nicolas Maduro
Roma, Piazza Vidoni, manifestazione unitaria a sostegno del legittimo presidente del Venezuela Nicolas Maduro - Sputnik Italia
Seguici su
"Speriamo che le discussioni in corso in Italia sul riconoscimento di Guaidò portino a quella che consideriamo una decisione migliore”.

Gli Stati Uniti sono delusi dal fatto che l’Italia non si sia unita alla maggior parte dei suoi partner dell’Ue nel riconoscere il leader dell’opposizione Juan Guaidò come presidente ad interim del Venezuela. Lo ha dichiarato Elliott Abrams, l’inviato degli Stati Uniti per il Venezuela. Italia, Irlanda, Grecia e Slovacchia non si sono unite ad altri membri dell’Ue nel riconoscere Guaidò che si è proclamato presidente ad interim all’inizio di gennaio. Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha descritto Guaidò come un burattino americano che sta lavorando con Washington per rovesciare il governo e confiscare i beni petroliferi del paese.

“Siamo delusi che l’Italia non abbia aderito ai paesi dell’Ue nel riconoscere Juan Guaidò come presidente ad interim”, ha detto Abrams. “Speriamo che le discussioni in corso in Italia, portino a quella che consideriamo una decisione migliore. Abbiamo avuto alcuni contatti con il Vaticano – ha aggiunto – forse col tempo avranno un ruolo più importante da svolgere”.

Russia, Cina, Cina, Cuba, Bolivia e alcuni altri Stati hanno espresso il loro sostegno a Maduro come unico presidente legittimo del Paese. Messico e Uruguay si sono rifiutati di riconoscere Guaidò, dichiarandosi neutrali e promuovendo la risoluzione delle crisi attraverso il dialogo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала