Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ambasciatore venezuelano: negli aiuti USA cibo e medicine scadute

© REUTERS / Marco BelloOpposition supporters clash with Venezuela's security forces at Francisco de Paula Santander bridge on the border line between Colombia and Venezuela as seen from Cucuta, Colombia, February 23, 2019
Opposition supporters clash with Venezuela's security forces at Francisco de Paula Santander bridge on the border line between Colombia and Venezuela as seen from Cucuta, Colombia, February 23, 2019 - Sputnik Italia
Seguici su
Nel convoglio umanitario, che gli USA hanno inviato in Venezuela, erano scaduti i farmaci e il cibo era avariato, ha detto a Izvestia l'ambasciatore del paese latinoamericano in Russia, Carlos Rafael Faria Tortosa.

Secondo lui, questo carico non è stato controllato da alcuna organizzazione internazionale né dal comitato internazionale della Croce Rossa. Secondo il diplomatico, l'unico obiettivo delle forniture americane era creare sul confine di una situazione di tensione per iniziare l'attacco.

L'ambasciatore ha aggiunto che il Venezuela ha ricevuto aiuti umanitari dalla Russia, una nave con sette tonnellate di medicinali, poiché le autorità sono sicure che il mittente è in buona fede.

Inoltre, il presidente legittimamente eletto Nicolas Maduro ha dichiarato la volontà di accettare l'aiuto da parte dell'Unione Europea, ciò comprende cibo e attrezzature mediche, farmaci, ha ricordato Tortosa.

Gli aiuti umanitari per il Venezuela

Gli Stati Uniti stanno cercando di far entrare aiuto umanitario attraverso la Colombia. Tuttavia, Maduro ha categoricamente rifiutato di accettarli. Secondo lui, è "un falso show" che avviene sullo sfondo delle sanzioni USA, che hanno bloccato le attività della compagnia petrolifera statale PDVSA e hanno vietato ogni accordo con essa, privando il Venezuela di più di dieci miliardi di dollari; la Banca d'Inghilterra si rifiuta di dare a Caracas le sue riserve d'oro.

Il tentativo di colpo di Stato in Venezuela

Alla fine di gennaio, l'opposizione venezuelana ha tentato un colpo di Stato, e il presidente del Parlamento Juan Guaidò si è dichiarato presidente provvisorio, una mossa sostenuta da Stati Uniti e più di 20 altri paesi. Il capo della Repubblica ha definito Guaido un burattino di Washington. A sostegno di Maduro sono intervenuti Russia, Messico, Cina, Turchia, Indonesia e una serie di altri stati.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала