Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Batten (UKIP): La May usa il 'no deal' per farci rimanere nella Ue

© AFP 2021 / Lindsey Parnaby UKIP
UKIP - Sputnik Italia
Seguici su
No anche alle proposte dal leader laburista Jeremy Corbyn: “Se sei nell'unione doganale non hai lasciato l'Unione Europea”.

Il primo ministro britannico Theresa May potrebbe cercare di utilizzare la scadenza per la prevista uscita del paese dall'Unione Europea come mezzo per ottenere dal parlamento l'approvazione di un accordo formale che di fatto potrebbe mantenere il paese nel blocco. Lo ha detto a Sputnik Gerard Batten, il leader dell'UK Independence Party (UKIP). Giovedì scorso, la May ha subito un'altra sconfitta in parlamento, con i parlamentari hanno votato, soprattutto simbolicamente, per respingere la mozione del primo ministro che chiedeva di riaffermare il loro sostegno alla sua strategia negoziale Brexit con Bruxelles.

La frontiera tra la repubblica d'Irlanda e l'Irlanda del Nord nel villaggio di Bridgend. - Sputnik Italia
BREXIT: cosa fare con Irlanda?

"La maggior parte dei parlamentari non vuole lasciare l'Unione Europea. Ora quello che ho previsto, e finora ho avuto ragione, è che ritardando tutto questo, ostacolerebbe e poi cercherebbe di rovesciare la decisone. Così la signora May porterà tutto al limite e poi offrirà al Parlamento un accordo di uscita dove in realtà non ce ne andiamo", ha affermato Batten.

Commentando le condizioni proposte dal leader laburista Jeremy Corbyn per il sostegno del suo partito alla Brexit, in particolare l'unione doganale britannica con l'Ue, Batten ha ammesso che fare così sarebbe tradire lo spirito della Brexit.

"Se sei nell'unione doganale non hai lasciato l'Unione Europea. L'UKIP continuerà a lottare per farci uscire dall'Unione Europea", ha sottolineato Batten.

Il Regno Unito lascerà l'Unione Europea il 29 marzo. Mentre Londra è riuscita a negoziare un accordo di ritiro con Bruxelles dopo mesi di intensi colloqui, l'accordo ha dovuto affrontare un'ondata di critiche nel Regno Unito e le crescenti richieste di un secondo referendum Brexit, con il parlamento che finora si è rifiutato di approvare l'accordo a causa della disposizione controversa sulla barriera antiritorno del confine irlandese. Secondo quanto riportato dai media, maggio potrebbe presentare nuove proposte sulla questione del backstop mercoledì prossimo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала